Glocal news
Violenza di genere

Molestata sul pullman ogni giorno per due settimane: 15enne salvata dai carabinieri

La giovane vittima non si è fatta intimorire e ha trovato la forza e il coraggio di denunciare il suo stalker: da settimane tentava anche di palpeggiarla.

Molestata sul pullman ogni giorno per due settimane: 15enne salvata dai carabinieri
Glocal news 25 Novembre 2021 ore 12:53

Proprio nella giornata contro la violenza sulle donne una triste vicenda di cronaca ci ricorda quanto il tema si attuale e quanto le donne di qualunque età siano spesso (troppo spesso) protagoniste di violenze e abusi da parte di uomini mossi dalla convinzione di poter fare della persona che hanno davanti ciò che desiderano per il sol fatto di volerlo. Nella mattinata di oggi, giovedì 25 novembre 2021, i Carabinieri di Monza sono riusciti ad arrestare un 47enne egiziano che da giorni molestava insistentemente una ragazza di soli 15 anni sul bus per andare a scuola.

Molestata sul bus

Per quasi due settimane, ogni mattina, un uomo di 47 anni ha molestato e inquietato una ragazzina di 15 anni che incontrava sul pullman, quello che lei prende per andare a scuola. Due settimane di inferno, in cui la vittima, neppure maggiorenne, è stata quotidianamente avvicinata e sottovoce apostrofata da uno sconosciuto con con toni viscidi, sguardo molle e mano veloce e violenta l'ha tormentata ogni singola mattina, lasciandole addosso un senso di impotenza, disagio e rabbia che l'ha spinta ad agire.

Una 15enne con forza e coraggio da vendere che non solo non si è lasciata intimorire dall'uomo ma è riuscita a denunciarlo alle forze dell'ordine che hanno così potuto organizzare una strategia per coglierlo in flagranza e fermarlo, si spera, definitivamente.

Le indagini dei Carabinieri

Le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Monza sono state avviate quando la minore, ascoltata dai militari in modalità protetta una volta decisasi a denunciare gli abusi dello sconosciuto, si è recata in caserma. La ragazzina è riuscita a raccontare che ormai da 15 lunghi giorni veniva molestata da uomo molto più grande di lei a bordo dell’autobus mentre era diretta a scuola.

Le indagini e l'arresto

Dai racconti della giovane è emerso che l'uomo, con approcci insistenti sfociati persino in tentativi di palpeggiamento, non la lasciava in pace, rendendole impossibile il viaggio (e non solo: molestie simili portano con loro strascichi che vanno ben oltre l'atto in sé).

Anche questa mattina il molestatore, dopo aver volutamente atteso la studentessa alla fermata dell’autobus, l'ha seguita a bordo del mezzo pubblico e si è seduto accanto a lei tornando all'attacco. Il 47enne era così interessato a molestare e infastidire la sua vittima da non accorgersi neppure dei due carabinieri in incognito che gli stavano alle spalle e che sono immediatamente intervenuti bloccando sul nascere l'ennesima violenza.

Immediate sono scattate le manette per il molestatore, che dovrà ora rispondere all’Autorità Giudiziaria per stalking ai danni di una minorenne.

La coraggiosa vittima invece ha ringraziato di cuore i militari per averla salvata da quello che stava diventando un vero e proprio incubo: una storia di soprusi e coraggio che può essere presa come simbolo di una purtroppo quotidiana violenza di genere.

Resta difficile comprendere come nessuno, in due settimane, si sia accorto della violenza che si stava verificando sull'affollato mezzo pubblico intervenendo per stopparla, lasciando così sola una ragazza di neppure 16 anni.

 

Necrologie