Lieto fine

I ladri le rubano le ceneri del padre, ritrovate dopo l'appello sui social

Probabilmente gli autori del furto hanno pensato che l'oggetto in legno celasse qualcosa di prezioso.

I ladri le rubano le ceneri del padre, ritrovate dopo l'appello sui social
08 Febbraio 2020 ore 11:59

Una cittadina brianzola s’è ritrovata la casa messa a soqquadro dai ladri, ma quel che è peggio è che nel bottino c’è finita anche l’urna cineraria contenente le ceneri del padre. Probabilmente gli autori del furto hanno pensato che l’oggetto in legno celasse qualcosa di prezioso. Ma alla fine l’urna è stata ritrovata anche grazie all’accorato appello lanciato dalla donna sui social: alcune persone si sono imbattute nelle ceneri abbandonate in un campo e le hanno consegnate alla Polizia.

Le rubano le ceneri del padre: ritrovate

Si è conclusa fortunatamente con un lieto fine la triste vicenda accaduta a Carnate, vicino a Vimercate, in provincia di Monza e Brianza. Tutto era partito nella serata di sabato 1 febbraio 2020, quando la signora Katia Martino al proprio rientro aveva ritrovato la casa sottosopra. Fra gli oggetti rubati dai ladri, anche l’urna cineraria che conteneva le ceneri del padre: dopo i primi momenti di disperazione aveva lanciato un appello sui social network per chiedere una mano a tutti affinché le ricerche potessero riportare a casa un oggetto così prezioso sotto l’aspetto affettivo. Un appello che ha dato i frutti tanto sperati.

Il ritrovamento a Monza

Mercoledì mattina, due persone a piedi hanno visto degli oggetti in una strada di campagna nelle vicinanze dell’Esselunga di via Libertà, a Monza: hanno deciso di chiamare le forze dell’ordine che sono arrivate in mattinata sul posto. Fra gli oggetti ritrovati anche l’urna cineraria contenente le ceneri del padre della signora Martino:

“Sono veramente commossa – ha affermato la donna – Ringrazio tutti coloro che ci hanno aiutato e hanno permesso a me e mia madre di riavere con noi l’urna. Un grazie particolare anche alla Questura di Monza e agli agenti che hanno lavorato e ci hanno consegnato appena possibile quanto ritrovato”.

Molto probabilmente i ladri, dopo la fuga da Carnate, hanno cercato di analizzare quanto portato via dall’appartamento: capendo che non si trattava di un oggetto di valore economico lo hanno abbandonato nei campi. Un gesto che ha consentito il ritrovamento solo pochi giorni dopo. La donna ha voluto ringraziare pubblicamente tutti coloro che l’hanno aiutata tramite i social:

“Le ceneri del mio papà sono tornate a casa! La felicita che abbiamo provato io mamma e mio fratello Daniele e mio fratello Nunzio al telefono è indescrivibile.
La gioia era nei volti dei poliziotti che l’hanno ritrovata e che non finirò mai di ringraziare Ass.te Capo Cavallo Pietro e Agt Sc.Albertini Nicola e che per me sono diventati due Angeli vi sarò sempre grata! ❤️
Io e mamma li abbiamo seguiti alla Questura di Monza dove tutti sapevano delle mia vicenda e nei loro volti c’era tanta felicita per quanto era stato ritrovato
Ringrazio Isp.re Sup. Tec di Girolamo Sandro per la tenerezza e la gentilezza data alla mia mamma
La riconoscenza che intendo dimostrare oggi è ben poca cosa a confronto di ciò che hanno fatto per noi.
Ringrazio i Carabinieri della squadra mobile di Vimercate che la sera stessa del furto hanno fatto girare le foto dell’urna
Ringrazio i Carabinieri di Bernareggio e i Carabinieri di Arcore
Grazie di Cuore a tutti i giornalisti che hanno preso a cuore la mia disavventura pubblicando un articolo
Grazie a tutti i gruppi che mi hanno permesso su FB di condividere con loro il mio appello, Sei di oreno, Sei di Vimercate, Sei di Carate Brianza, Sei di Casatenovo, Sei di Arcore , Sei di Merate, Sei di Usmate
Ringrazio tutti gli operatori delle tangenziali di Serravalle Ringrazio la protezione Civile contattata da mio cugino Giancarlo Naccari, ringrazio tutti i miei parenti che mi sono stati vicini e ringrazio immensamente tutte le migliaia di persone che con la loro solidarietà e con il loro grande cuore mi hanno permesso di diffondere in tutta Italia e all’Estero la mia richiesta di aiuto
Un grazie sincero a Massimo Denise una signora che non conosco ma che tutte le sere mi mandava un messaggio con parole dolci di conforto
Grazie di cuore ❤️ a tutti di averci appoggiato in un momento difficile”. 

Da GiornalediMonza.it

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve