Altro
la proposta

Angelo Orsenigo (Pd) a Regione Lombardia: "Meno imposte e più contributi"

Parla il consigliere regionale.

Angelo Orsenigo (Pd) a Regione Lombardia: "Meno imposte e più contributi"
Altro Como città, 18 Marzo 2020 ore 15:38

All’indomani della firma da parte del Presidente della Repubblica del Decreto “Cura Italia” con cui il Governo ha compiuto un primo passo per fronteggiare l’impatto economico del Coronavirus, il consigliere regionale del Partito Democratico, Angelo Orsenigo, interviene sottoponendo all’attenzione di Regione Lombardia una serie di proposte per tutelare ulteriormente economie e comunità del territorio lombardo e comasco.

Angelo Orsenigo (Pd) a Regione Lombardia: "Meno imposte e più contributi"

“Come in tutta la Lombardia, nella provincia di Como l’impatto del virus sulle attività produttive e sulle famiglie è stato estremamente duro - afferma Orsenigo - con i 25 miliardi messi a disposizione con il Decreto “Cura Italia” il Governo ha già alzato le prime difese necessarie. Ne seguiranno altre. Lo sforzo di Regione Lombardia nel fronteggiare il virus è indubbio ma ci sono azioni aggiuntive ai fondi già a disposizione che potrebbero circoscrivere ulteriormente i danni all’economia e alle comunità lombarde”.

Sono diverse le idee che Orsenigo propone a Regione per mitigare le conseguenze del propagarsi del Covid-19: “Innanzitutto, perché non pensare a una sospensione o almeno una riduzione o rateizzazione delle imposte regionali come l’addizionale Irpef e Irap? Si potrebbe inoltre provvedere alla sospensione del bollo auto”. Altre politiche di sostegno, oltre a quelle già in essere, potrebbero includere l’erogazione di fondi per tutte le realtà produttive, continua il consigliere: “Rendendo disponibili contributi e finanziamenti agevolati ad hoc per micro, piccole e medie imprese e liberi professionisti, Regione Lombardia potrebbe fornire una seconda “rete di sicurezza” per gli imprenditori oltre alle risorse già messe a disposizione dal Governo”.

“Altre suggestioni che possono essere avanzate riguardano poi lo snellimento del funzionamento di Finlombarda, la finanziaria di Regione Lombardia, nell'uso di fondi non utilizzati. Si potrebbe inoltre mettere a bando il rimanente dei fondi europei 2014-2020 che non sono ancora stati assegnati. Siamo ancora in piena emergenza ma quando questa sarà finita dovremo pensare a come rilanciare il nostro territorio e riportare le persone sul lago di Como. Sarebbe quindi un’ottima idea rivedere il Piano Annuale di Comunicazione Regionale 2020 dirigendo più risorse sul rilancio dell’immagine della Lombardia e del Lario come destinazioni turistiche e culturali di spicco”.

“Mi auguro quindi che Regione possa accettare queste proposte d'aiuto a imprenditori, artigiani e piccole e medie imprese affinché la già ardua lotta contro il Coronavirus non debba richiedere anche uno scontro con la burocrazia” conclude il consigliere Orsenigo.

Necrologie