Eventi a Como e provincia: cosa fare nel weekend (25–26 GENNAIO 2020)

Gli appuntamenti da non perdere sul territorio, dal lago alla bassa.

Eventi a Como e provincia: cosa fare nel weekend (25–26 GENNAIO 2020)
Como città, 24 Gennaio 2020 ore 17:05

A gennaio inoltrato a Como e provincia gli appuntamenti non mancano. Anche nell’anno nuovo ci sono tanti eventi in tutto il territorio da non perdere. Ecco quindi i nostri suggerimento su cosa fare nel fine settimana se vi trovate nel Comasco il 25 e 26 gennaio 2020.

Gli eventi del weekend: i nostri consigli su cosa fare a Como

– Sabato 25 gennaio alle 21 al Teatro Lucernetta si rinnova l’appuntamento con la rassegna “Comicomo” che vedrà protagonisti alcuni comici di Zelig.

– La Piccola Accademia TeatroGruppo Popolare sabato 25 gennaio alle 21 ospita “La Crociera”, spettacolo teatrale nato dalla collaborazione con Kibaré onlus. Un inedito punto di vista, quello delle donne, sulla situazione dei migranti.

– Si rinnova l’appuntamento con la rassegna di teatro dialettale del Teatro Nuovo di Rebbio che il 25 gennaio porta sul palco la compagnia “Codos” di Gaggiano con “La cura del malaa… immaginari!”.

– Per la rassegna “Le 4 stagioni teatrali” dell’associazione F.A.R.E. Teatro, domenica 26 gennaio alle 15 andrà in scena all’auditorium Don Guanella la commedia brillante in due atti “L’anno prossimo è come l’anno scorso”.

– Quarto appuntamento della rassegna “Camera con musica” del Teatro Sociale di Como. “Armonia in tre” si terrà domenica 26 gennaio alle 11 in Sala Bianca, con tre musiciste provenienti dal ricco e vivace vivaio dell’associazione Musica con le Ali: Emma Parmigiani, violino; Ludovica Rana, violoncello e Maddalena Giacopuzzi, pianoforte.

– Sabato 25 gennaio 2020 alle 21 al Conservatorio si terrà al conversazione-testimonianza con Enzo Fiano cui prenderà parte anche il Sindaco della città di Como Mario Landriscina. Il presidente del Conservatorio racconterà la storia del padre Nedo, deportato ad Auschwitz nel febbraio 1944.

Appuntamenti sul lago

– Cernobbio. Sabato 25 gennaio dalle 14 alle 16 i volontari de Il Giardino della Valle saranno in giardino per dare una ripulita e una sistemata invernale. Tutti posso partecipare con guanti e scarpe antiscivolo.

– Bellagio. A Civenna torna la Festa della Giubiana. In piazza Milano sabato 25 alle 17  si terrà la Proclamazione dell’editto di Lotario I° re d’Italia. A seguire i bambini racconteranno la fiaba della Giubiana e all’asilo sarà possibile partecipare a un laboratorio creativo. Alle 19.30 cena medievale al Tennis Civenna, con accompagnamento musicale.

– Tremezzina. Domenica 26 gennaio il Parco comunale di Ossuccio ospita la tradizionale Fiera di Sant’Antonio

Nel fine settimana a Cantù e dintorni

– Cantù. Domenica 26 gennaio alle 11 la libreria Libooks (via Dante 8) ospiterà la presentazione del saggio: “Che cosa resta della filosofia? Riflessioni sul destino del pensiero critico”.

– Cantù. “Gospel Book Revisited” All’1e35Circa (via Giovanni XXIII, 7). La band torinese salirà sul palco stasera, sabato 25 gennaio dalle 22.

– Cantù. “…da un libro!” è il titolo del laboratorio creativo previsto per sabato 25 gennaio dalle 10.30 alle 12 a La Cornice (viale Ospedale 8). L’iniziativa rivolta ai bambini dai 6 ai 10 anni è curata da Matteo Gilberti.

– Cantù. La comunità pastorale San Vincenzo di Cantù – Intimiano ha organizzato due appuntamenti nell’ambito della settimana dell’educazione. Il primo dal titolo «Legami o legati?» è in programma per lunedì alle 21 in oratorio a San Paolo, presso la sala Bratti con il formatore e pedagogista Mauro Bignami.

– Cantù. Pizz-Arci sabato 25 gennaio alle 19.30 all’Arci di via Tiziano a Mirabello. Motivo? Sostenere il circolo, che soprattutto negli ultimi anni anima la frazione e la città tutta con e venti e attività in quantità e di qualità.

– Brenna. Domenica 26 gennaio, l’oratorio di Brenna festeggia San Giovanni Bosco. Si inizia con la santa messa delle 11.15 che sarà animata dal gruppo giovani, al termine della quale ci sarà il bacio della reliquia di San Giovanni Bosco. Alle 12.30 seguirà il pranzo in condivisione aperto a tutti. Durante il pomeriggio tanto divertimento con i go-kart & just dance, a cui seguirà la preghiera, la merenda salesiana e l’apertura dei regali.

– Novedrate. Tutto pronto per la Festa della famiglia. Domenica 26 gennaio, l’appuntamento è all’oratorio San Giovanni Bosco di Novedrate, dove ci sarà un ricco programma di eventi dedicati proprio alla famiglia. Si parte alle 9, con la colazione dolce e salata al bar dell’oratorio, quindi alle 10 tutte le famiglie presenti si metteranno in cammino verso la chiesa, per partecipare alla messa. Alle 10.30 messa solenne. Alle 12 è previsto il pranzo condiviso in oratorio, con il primo e il dolce preparato dalla cucina dell’oratorio, il secondo e l’aperitivo condiviso tra tutte le famiglie presenti. Alle 14 “Family why”, un gioco smart(phone) per una famiglia social, quindi alle 16 un momento di preghiera e alle 16.30 merenda per tutti, con the, cioccolata e dolci per tutti.

– Cermenate. Sabato 25 gennaio, in prossimità dei Giorni della Merla ovvero quelli più freddi dell’anno, la parrocchia cermenatese organizza uno degli appuntamenti più attesi dell’anno. Il fantoccio di stracci della Giubiana verrà appiccato come simbolo di ciò che è vecchio e consunto, per dare spazio a una primavera ricca: la liberazione dai dolori e dalle preoccupazioni dell’inverno, in favore di una stagione di speranza e prosperità. La parrocchia organizza come ogni anno anche una cena in casa parrocchiale dalle 19.30 in poi, a base di risotto, polenta e luganega. I presenti si sposteranno poi nel campo di calcio dell’oratorio Pier Giorgio Frassati per l’accensione del rogo. La serata proseguirà poi all’interno del bar, dove saranno organizzati giochi e attività per tutti dai giovani dell’oratorio.

– Bregnano. Pro loco in festa sabato 25 gennaio con il “Rogo della Giubiana”. Il programma della manifestazione – che avrà il patrocinio del Comune – prevede la distribuzione del tradizionale risotto con la salsiccia a partire dalle 19: ci saranno assaggi gratis per tutti. Dalle 20 musica dal vivo con Saverio Masolini che renderà ancora più speciale la serata e attorno alle 21.30 accensione del falò della Giubiana, che come tradizione vuole rappresenta l’inverno che se ne va per lasciare il posto alla primavera con il ben tempo e i suoi raccolti. Il risotto sarà accompagnato dal vin brulè, mentre nell’aria si diffonderanno le musiche di oggi e di ieri. Il rogo della Giubiana sarà ospitato dal centro polifunzionale di via Sauro; la partecipazione alla manifestazione è gratuita.

– Cadorago. “Siamo partiti cantando”. Questo il titolo del concerto per la celebrazione della giornata della memoria per le vittime della Shoah in programma per sabato sera. Ad organizzarlo è il corpo musicale di Cadorago in collaborazione con l’istituto comprensivo e il patrocinio del Comune di Cadorago. La banda sarà diretta dal maestro Franco Arrigoni. I testi, le immagini e la parte corale sono state realizzate dagli allievi dell’istituto comprensivo e dai loro insegnanti. L’appuntamento è nella palestra di via Dante, con inizio alle 21. L’ingresso è gratuito e l’invito a partecipare oltre ai genitori è esteso a tutta la cittadinanza, chiamata ad assistere a questo importante momento in ricordo delle vittime della Shoah.

– Vertemate con Minoprio. In occasione della Giornata della Memoria, sabato 25 gennaio l’Amministrazione comunale invita i cittadini all’incontro pubblico “La Resistenza senz’armi – I militari italiani deportati nei Lager nazisti (1943-1945)”. Nel corso della serata interverrà il professore Valter Merazzi, presidente del Centro Studi “Schiavi di Hitler” e a seguire verrà proiettato il docu-film “Racconti dei Cernobbiesi nei Lager nazisti”. L’incontro avrà inizio alle ore 20.45 in biblioteca comunale.

Appuntamenti a Mariano Comense e dintorni

– Mariano Comense. Una mostra per non dimenticare. Unitre, col patrocinio della città di Mariano Comense, ha organizzato una mostra che sarà visitabile nella sala civica di piazza Roma sabato 25, il 26 e il 27 gennaio. L’ideatore e il curatore è Stefano Iatì. Alle 16 verrà fatta un’introduzione con lectio magistralis. Il 27 invece alle 27 Raffaele Mantegazza, docente e scrittore, parlerà de “L’arte di uccidere e stare a guadare – La Shoah: Carnefici e spettatori”.

– Mariano Comense. Domenica 26 gennaio, alle 15, l’Anpi in collaborazione con l’Amministrazione Comunale poserà una pietra d’inciampo in memoria di Anna Maria Terracina. La donna venne arrestata nella sua abitazione a Mariano il 2 dicembre 1943 e, per il solo fatto di essere ebrea, incarcerata prima a Como, poi a Milano e infine nel campo di concentramento di Fossoli. Da Fossoli venne quindi deportata ad Auschwitz il 22 febbraio 1944 nello stesso convoglio di Primo Levi. Verrà uccisa al suo arrivo nel lager nazista il 26 febbraio. La pietra sarà posata in via IV Novembre davanti all’attuale numero civico 65, in corrispondenza del luogo dove la Terracina abitava e fu arrestata. Saranno presenti i nipoti della Terracina e da Israele sarà collegato il figlio Saul. Seguiranno balli ebraici con l’associazione Concordanza.

– Cabiate. Grande festa al Centro Giovanile San Luigi. Un fine settimana ricco di eventi quello che inizierà sabato sera, con il tradizionale “Falò della Giubiana”, accensione della pira alle 21. Mentre domenica, 26 gennaio, sarà poi la volta della Festa della Famiglia, una giornata dedicata allo stare insieme, senza gli impegni e distrazioni quotidiane. Il programma prevede un primo ritrovo dei partecipanti alle 10, nel piazzale del santuario per la colazione tutti insieme, rigorosamente in famiglia, per dirigersi successivamente in camminata verso la chiesa parrocchiale per la messa delle ore 11. Al termine della celebrazione, chi vorrà, potrà anche partecipare al pranzo delle 12.30 in oratorio. Mentre nel pomeriggio, alle 16.30 precisamente, si svolgerà nella Sala Karol Wojtyla lo spettacolo dal titolo “Un posto freddo”, in cui vi saranno anche interventi degli studenti delle scuole cabiatesi, il giusto omaggio in occasione della Giornata della Memoria di lunedì 27.

– Carugo. Domenica 26 gennaio, l’unità pastorale di Arosio e Carugo celebrerà la Festa della Famiglia. Per l’occasione la parrocchia San Bartolomeo ha organizzato un fitto programma di eventi, che perdureranno per l’intera giornata di festeggiamenti. Alle ore 11 è in programma la santa messa con le famiglie e i fidanzati, al termine della quale i presenti potranno prendere parte, previo prenotazione, al pranzo condiviso in oratorio. La giornata di festa si chiuderà alle ore 16 con la preghiera nella cappella dell’oratorio.

– Arosio. L’auditorium di Arosio questa sera accoglierà l’atteso spettacolo della compagnia teatrale “Il lampione”. Il gruppo arosiano giocherà in casa mettendo in scena a partire dalle ore 21 “Cyrano, dacci una mano”, commedia che contiene diversi spunti di riflessione. La storia racconta le vicende di alcuni ragazzi che organizzano la messa in scena del Cyrano de Bergerac con l’aiuto di una suora, di un attore in declino e di un volto pubblicitario.

Cosa fare a Olgiate Comasco e dintorni

– Olgiate Comasco. Sabato 25 gennaio, alle 16 in oratorio, l’associazione La Lanterna genitori organizza “Metti da parte il cellulare”, bimbi e ragazzi invitati a un pomeriggio di giochi senza smartphone.

– Olgiate Comasco. Il gruppo anziani e pensionati «”Insieme” organizza la tombolata: domenica 26 gennaio, alle 14.30, nel salone di via Maestri Comacini.

– Appiano Gentile. Al cineteatro San Francesco in via Manzoni 4 propone la pellicola “Hammamet” del regista Gianni Amelio: proiezioni oggi, sabato 25 gennaio, alle 21, e domenica 26 gennaio con doppio spettacolo, alle 18 e alle 21. Biglietto intero a 6 euro, ridotto a 5 euro

– Albiolo. Sabato 25 gennaio, dalle 20.45, al centro civico di Albiolo, si terrà un evento informativo sul tumore al seno. L’associazione “A.Ma.Te” illustrerà le proprie attività, con particolare attenzione ai nuovi progetti. Sarà presente, inoltre, la psicologa Simona Bennardo, che presenterà il suo libro “La corsia dei veicoli lenti”, una sorta di diario frutto della sua esperienza di malata. Verrà quindi aperto un dibattito sul tema, moderato dalla giornalista di «Vita» Sara De Carli e con la presenza dell’oncologa Paola Mariani.

– Cassina Rizzardi: Una serata per ricordare l’Olocausto insieme a Ines Figini. Appuntamento da non perdere quello di domani, domenica 26 gennaio, alle 17.45, nel salone dell’oratorio. Per il giorno della memoria si terrà l’evento “Pezzo numero 76150: Ines Figini, una comasca sopravvissuta ad Auschwitz-Birkenau”.

I nostri consigli se vi trovate a Erba e dintorni

– Erba. Sabato 25 gennaio la Libreria Colombre alle 17.30 ospita la presentazione del libro “Frontiera Amazzonia. Viaggio nel cuore della terra ferita”.  Interviene Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire e coautrice del libro insieme alla collega Stefania Falasca. Libro-inchiesta dedicato al “polmone verde” della terra, è un appassionante reportage che Capuzzi e Falasca hanno condotto nel corso del 2018 in 4 dei 9 paesi che ospitano la foresta (Perù, Ecuador, Colombia, Brasile), raccogliendo interviste a leader sociali, attivisti, magistrati, portavoce dei popoli indigeni e della Chiesa cattolica.

– Erba. Sabato 25 gennaio alle 16 in biblioteca comunale si celebra con un evento il Giorno della Memoria 2020. Sarà presente Enrico Mottinelli, autore di “Il Silenzio di Auschwitz”, che dialogherà con Claudio Belloni.

– Erba. Nell’ambito delle celebrazioni del Giorno della Memoria, domenica 26 gennaio alle 21 la sala polivalente del San Maurizio ospita “Di notte – Uno spettacolo sulla Shoah” di Valentina Papis. Posti limitati, consigliata la prenotazione a info@ilgiardinodelleore.com.

Per le vostre segnalazioni scrivere a giornaledicomo@gmail.com, oggetto “eventi weekend”

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve