Altro
La partita

Pool Libertas Cantù esce sconfitto dal PalaBigi di Reggio Emilia

La squadra canturina ha perso al tie break.

Pool Libertas Cantù esce sconfitto dal PalaBigi di Reggio Emilia
Altro 04 Dicembre 2022 ore 12:34

Pool Libertas Cantù esce sconfitto dal PalaBigi di Reggio Emilia.

Pool Libertas Cantù esce sconfitto dal PalaBigi di Reggio Emilia

Al Pool Libertas Cantù non riesce la rimonta vincente, e si ferma a quattro la striscia di vittorie consecutive. Dalle quasi due ore e mezza di gioco del PalaBigi ne esce vincitrice la Conad Reggio Emilia, guidata da un Diego Cantagalli da 34 punti e decisivo nei momenti “caldi”.

Le scelte

Coach Francesco Denora schiera Alessio Alberini in cabina di regia, Kristian Gamba opposto, Alessandro Preti e Alessandro Galliani in banda, Jonas Aguenier e Dario Monguzzi al centro, e Luca Butti libero. Coach Luca Cantagalli risponde con Lorenzo Sperotto al palleggio, Diego Cantagalli opposto, Luiz Perotto e Romolo Mariano schiacciatori, Antonino Suraci e Nicolò Volpe centrali, e Marco Cantagalli libero.La partitaIl primo set inizia con le due squadre in equilibrio fino all'ace di Perotto che convince Coach Denora a fermare il gioco (10-7). Al rientro in campo Galliani e Preti riportano sotto il Pool Libertas (11-10), e Aguenier mette a terra la palla della parità a quota 13. Da qui in poi continui ribaltamenti di fronte fino al turno al servizio della new entry Mian, che piazza un parziale di 3-0 che permette ai suoi di andare avanti di due (19-17). Questo break sarà quello decisivo: Suraci picchia dai nove metri (21-18), la Conad gioca benissimo in fase di cambiopalla, e chiude il set con una battuta in rete di Monguzzi (25-20).

Secondo set

A inizio secondo set Cantagalli prova ad allungare per i suoi (3-1), ma un ace di Monguzzi rimette il punteggio in parità a quota 3. L'opposto reggiano martella dai nove metri, rilanciando l'azione della Conad (6-3), ma Aguenier riporta sotto i suoi (6-5). Il solito Cantagalli e Mian riportano Reggio Emilia avanti di tre (10-7). E' lo strappo decisivo: il Pool Libertas non riesce a ribattere ai colpi dei padroni di casa, che allungano (17-12, time-out chiamato da Coach Denora), e chiudono con un ace di Mariano (25-18).

Il terzo set

A inizio terzo set il Pool Libertas prova a scappare con Aguenier e un ace di Gamba (0-3), ma la Conad non sta a guardare e con il solito Cantagalli pareggia già a quota 5. Monguzzi mura per la prima volta nel match l'opposto reggiano per il doppio vantaggio esterno (6-8), ma è un suo ace a rimettere di nuovo tutto in parità a quota 11. Gamba mura Mian per il +2 esterno (13-15), ma Cantagalli rimette tutto in parità a quota 15. Altro strappo di marca Gamba (15-17), e nuovo pareggio a quota 17, con Coach Denora a fermare tutto. Di nuovo Cantù torna avanti, e stavolta è coach Cantagalli a fermare il gioco (17-19). Preti piazza un ace, e Coach Cantagalli chiama il suo secondo time-out (18-21). Il muro reggiano ferma Gamba, e Coach Denora vuole parlarci su (21 pari). Cantagalli attacca out (22-24), Santambrogio mette un ace e si va ai vantaggi, risolti da Preti alla prima occasione (24-26).

Il quarto set

A inizio quarto set è subito vantaggio esterno, con Coach Cantagalli a fermare subito il gioco (0-4). Al rientro in campo la Conad impatta subito a quota 4 con il turno al servizio di Suraci, ma Preti piazza un break dai nove metri che convince Coach Cantagalli a chiamare il suo secondo time-out (5-9). Al rientro Mariano piazza un contro-parziale in battuta che vale la parità a quota 9, ma il Pool Libertas riprende la marcia (9-12). Un attacco out di Galliani e il distacco tra le squadre si riduce al lumicino (12-13). Alberini mura Mariano e Cantù è di nuovo a +3 (14-17). Una difesa lunga di Preti casca a terra ed è +4 (15-19). Sembra essere lo strappo decisivo, ma Reggio Emilia in un attimo è di nuovo sotto, e Coach Denora vuole parlarci su (18-19). Si lotta palla su palla, ma due attacchi sbagliati da Mian mandano la sfida al tie-break (20-25).

Il quinto set

Il quinto e decisivo set inizia con le squadre in equilibrio. Con il turno al servizio di Alberini il Pool Libertas prova a scappare (5-7), ma troppi errori nel campo canturino permettono alla Conad di pareggiare e sorpassare (8-7). Cantagalli si ritrova proprio nel momento in cui conta di più, e mette a terra i due palloni che convincono Coach Denora a fermare il gioco (11-9). E' sempre l'opposto reggiano a segnare punti, e Coach Denora chiama il suo secondo time-out (13-10). E' lo strappo decisivo: Reggio Emilia non indietreggia di un centimetro (nonostante l'attacco out di Cantagalli che permette a Cantù di riavvicinarsi 13-12), e chiude con un muro di Perotto su Gamba (15-13).

Le parole del coach

Queste le parole di Coach Denora a fine partita: “Non me la sento di criticare i ragazzi per la partita che abbiamo fatto. Innanzitutto dobbiamo fare i complimenti a Reggio Emilia, perché per due set non ha sbagliato praticamente niente e ci ha dato parecchio filo da torcere al servizio. Noi abbiamo subito più del dovuto in ricezione, e non abbiamo compensato con l'attacco. Ci è un po' mancata anche la battuta, che è la nostra arma. C'è da lavorare tanto, ma sono comunque contento di quello che ci abbiamo messo”.

Reggio Emilia - Cantù (1)
Foto 1 di 4
Reggio Emilia - Cantù (2)
Foto 2 di 4
Reggio Emilia - Cantù (3)
Foto 3 di 4
Reggio Emilia - Cantù (4)
Foto 4 di 4
Seguici sui nostri canali
Necrologie