Appiano Gentile

Truffa dell’acqua inquinata, rubate anche le fedi

Sottratti, a un anziano, 700 euro in contanti, una spilla e un braccialetto d'oro.

Truffa dell’acqua inquinata, rubate  anche le fedi
Olgiate, 15 Settembre 2020 ore 16:16

Truffa dell’acqua inquinata in via Monte Zuccolo ad Appiano Gentile: sottratti 700 euro in contanti, due fedi, una spilla e un braccialetto d’oro.

Truffa ad Appiano, ecco come è andata

Truffatore in azione intorno alle 10 di oggi, martedì  15 settembre. L’uomo, alto circa un metro e settanta, a quanto risulta straniero, ha raggirato un anziano di 82 anni. A raccontare quanto accaduto il consigliere di minoranza Luigi Caldi, vicino di casa della vittima: “Si è presentato a casa dicendo che risultava una tubatura rotta e che l’acqua era inquinata. Ha accompagnato l’anziano al pozzetto esterno, quello situato lungo la strada”. Poi la trappola. “Lo hanno aperto, dopodiché dev’essere che ha buttato qualcosa nell’acqua perché il mio vicino ha detto di aver visto tutto luccicare. A quel punto il truffatore ha chiesto di essere accompagnato in casa per controllare la rete idrica interna”. L’anziano ha acconsentito. A quel punto l’uomo ha aperto il rubinetto della cucina, anche questa volta mettendo qualcosa nell’acqua. “Mi è stato raccontato che ha sentito un forte odore di acido – prosegue Caldi – Poi si sono spostati in bagno: stesso copione”. A quel punto, il truffatore ha mostrato alcune banconote da 5 euro bruciacchiate, sostenendo che l’acqua inquinata avrebbe danneggiato oro, contanti e medicinali. “Gli ha fatto mettere tutto in frigorifero. Infine, ha chiesto al mio vicino di andare al piano interrato per verificare gli altri rubinetti”. Ovviamente, al suo ritorno, l’uomo era sparito, così come i soldi e i gioielli.

Immediato intervento delle Forze dell’ordine

Non vedendo più il falso addetto dell’acqua, l’anziano si è rivolto a Caldi, che in quel momento era fuori casa. Nel frattempo ha controllato in frigorifero, facendo l’amara scoperta: erano rimaste solo le medicine. Sparito anche il portafoglio con tutti i documenti. “Sono stato avvisato da mia moglie – conclude il consigliere -Sono tornato subito in via Monte  Zuccolo, ho chiamato il comandante della Polizia locale che, a sua volta, ha avvisato i Carabinieri. In pochi minuti sono arrivati sul posto. Non posso che ringraziarli per la celerità del loro intervento. Un grazie anche al comandante Danilo Bruschetta“.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia