Attualità
Con la moglie era stato a C'è posta per te

Andrea dipinge quadrotti per rendere migliore la degenza in ospedale

Dal 2019 è paralizzato, questo progetto è il simbolo del suo ritorno alla speranza.

Andrea dipinge quadrotti per rendere migliore la degenza in ospedale
Attualità Canturino, 20 Febbraio 2022 ore 10:30

A gennaio, insieme alla moglie, era stato protagonista di una puntata di C'è posta per te. Stiamo parlando del comasco Andrea Gatti, 40 anni. Nel 2019 ha avuto un incidente in bicicletta, cadendo da un dislivello di 80 centimetri e rimanendo paralizzato.

Andrea dipinge quadrotti per rendere migliore la degenza in ospedale

Quadrotto è il progetto a cui Andrea più legato, il simbolo del suo ritorno alla speranza dopo le settimane difficili che hanno seguito il terribile incidente. "All’ospedale Niguarda di Milano ho potuto apprezzare il lavoro di alcune figure professionali che si occupano della riabilitazione psicologica delle persone ricoverate, che si trovano ad affrontare traumi importanti. Durante la mia degenza lì, mi hanno proposto di fare arteterapia. Con altri pazienti, ci trovavamo in una stanza apposita e, con l’aiuto delle arteterapeute, disegnavamo. Era una sensazione piacevole, come uscire dall’incubo per qualche istante". Andrea però ha subito pensato a qualcosa di diverso, che avesse uno scopo oltre al recupero personale: "Non volevo disegnare su un foglio. Ho pensato di dipingere uno di quei blocchi quadrati, bianchi e in cartongesso, che ricoprono i soffitti di tantissimi ospedali e cliniche mediche. Passavo così tanto tempo sdraiato a letto, che quelle poche ore dedicate all’arteterapia non mi sembravano mai abbastanza. Continuavo a fissare il soffitto bianco, immaginando quanto sarebbe stato bello colorare quei blocchi così impersonali". Così ha unito la necessità di creare attraverso l’arte a quella di migliorare le proprie condizioni. Un passaggio cruciale che l’ha portato dal non sapere cosa fare del proprio tempo fino a immaginare una funzione diversa per l’ambiante circostante. Uno stimolo importante per uscire da un brutto momento, che è diventato tempo prezioso speso bene.

Il servizio integrale sul Giornale di Cantù da sabato 19 febbraio 2022 in edicola
DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie