Attualità

CFP di Como: formazione professionale aperta all'Europa e al mondo

L’agenzia formativa della Provincia di Como ha ottenuto il Label di Eccellenza per la gestione dei progetti di mobilità

CFP di Como: formazione professionale aperta all'Europa e al mondo
Attualità 01 Novembre 2021 ore 07:30

Rinnovato l’Accreditamento Erasmus+ fino al 2027. Tirocini professionali internazionali per allievi e diplomati di tutti i settori professionali

Nel 2022 il CFP compirà cinquant’anni. Generazioni di giovani hanno avviato la loro carriera nella sede di Monteolimpino nei settori della cucina, sala-bar, pasticceria, estetica e acconciatura. Progressivamente il  CFP ha allargato i suoi orizzonti e oggi si distingue per la sua forte connotazione internazionale.

Con il rinnovo dell’Accreditamento Erasmus+ ottenuto nel 2021, allievi, docenti e diplomati avranno garantita la possibilità di realizzare tirocini di formazione in Europa fino al 2027.

A marzo 2021 AFOL COMO è stata insignito del Label di Eccellenza per la gestione dei progetti di mobilità, un riconoscimento che premia l’organizzazione delle attività internazionali realizzate a partire dal 2018 con la Carta della mobilità Europea.

Il rinnovato accreditamento conferma la caratterizzazione in chiave internazionale dell’offerta formativa del CFP. L’ErasmusPlan o Strategia di internazionalizzazione prevede, oltre ai tirocini internazionali come elemento integrante il curricolo didattico, interventi di arricchimento dell’offerta formativa avviati a partire dall’anno formativo 2021/2022: corsi opzionali di secondo lingua europea, laboratori professionali in lingua inglese, unità didattiche in gemellaggio con scuole europee, mobilità per gli studenti apprendisti, sono soltanto alcune delle azioni messe in campo dal CFP per valorizzare il percorso dei propri ragazzi e offrire le migliori opportunità per il loro futuro.

6 foto Sfoglia la gallery

Certamente negli ultimi due anni la pandemia ha assestato un duro colpo alla possibilità di viaggiare ma il CFP non si è arreso e ha continuato, nei limiti del possibile, a promuovere tirocini di lungo periodo per i suoi diplomati. La scorsa settimana quattro giovani estetiste hanno cominciato la loro esperienza di sei mesi a Dublino mentre nel prossimo mese di novembre si prevede la partenza di nove ragazzi verso la Spagna e due verso la Repubblica di Mauritius in Africa. Il nuovo programma Erasmus+ si è aperto infatti al mondo e offre quindi la possibilità di collaborazione con scuole e aziende dei cinque continenti. Nuove e interessanti mete sono in programmazione per i prossimi anni, oltre alle consolidate cooperazioni con scuole europee di diversi paesi.

E proprio grazie a queste collaborazioni sono stati sviluppati progetti di innovazione e scambio di buone prassi, di cui tre prenderanno avvio a breve, nel prossimo mese di novembre. 

“Un diner au chateau”, uno dei tre, vedrà la creazione di un modello didattico sperimentale, tra cucina, storia e architettura. L'idea consiste nel costruire un viaggio attraverso dimore storiche europee, da realizzarsi attraverso eventi di carattere gastronomico che ricostruiranno la storia e la cultura che le dimore rappresentano. Sono coinvolti nel Progetto la Reggia di Versailles in Francia, il Palazzo di Rundale in Lettonia e, per il contesto italiano, Villa Olmo, esempio illustre di architettura del nostro territorio.

Le classi terze e quarte del settore ristorativo verranno quindi coinvolte in un affascinante itinerario tra storia della gastronomia, dell’architettura e della civiltà.

Necrologie