Attualità
l'incontro

Como città creativa Unesco: oggi prima plenaria e designazione consulta

E' nata la Consulta che si riunirà ogni quattro mesi per programmare il lavoro.

Como città creativa Unesco: oggi prima plenaria e designazione consulta
Attualità Como città, 14 Marzo 2022 ore 17:41

Nella mattina di oggi, lunedì 14 marzo, presso Villa del Grumello a Como, si è svolta la prima riunione plenaria dedicata a Como Città Creativa Unesco.

Como città creativa Unesco: oggi prima plenaria e designazione consulta

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Como, Mario Landriscina, e del presidente della Camera di Commercio di Como e Lecco, Marco Galimberti, ha aperto e coordinato i lavori Luca Levrini, presidente di Fondazione Volta.

Durante l’incontro, a cui hanno partecipato sia i membri del Comitato Operativo sia i membri della Consulta, è stata presentata la struttura della Governance dedicata al Progetto Unesco Como Città Creativa.

Su indicazione del Segretariato Unesco ogni città designata, come Como, a Città Creativa Unesco dell’Artigianato e l’Arte Popolare deve, infatti, costituire una rete di collaborazione dedicata alla pianificazione strategica che consenta di parlare con una “voce unica” al panorama internazionale.

I primi passi di strutturazione sono stati svolti a seguito della Designazione, quando, è stato istituito l’Ufficio Unesco presso la Fondazione Alessandro Volta, realtà incaricata dal Comune di Como del coordinamento operativo, dello sviluppo e dell’amministrazione del progetto.

L’Ufficio Unesco è la struttura in cui opera il Coordinatore Generale (o Focal Point) di Como Città Creativa Unesco che, per promuovere lo svolgimento del Piano d’Azione, viene affiancato dal Comitato Operativo, ossia un board a cui siedono gli esperti locali del settore tessile e della progettazione sostenibile.

Il Comitato Operativo di Como è costituito da: Paolo Aquilini, Graziano Brenna, Laura Sofia Clerici, Lorenzo Frigerio, Davide Gobetti, Maurizio Moscatelli, Alessandra Orsenigo, Franco Pizzagalli, Barbara Pozzo, Stefano Soliano, Sandro Tessuto e Stefano Vitali.

Durante la Plenaria del 14 marzo è stato completato il lavoro di strutturazione della Governance. A seguito del percorso di condivisione intercorso con le realtà pubbliche e private che hanno accompagnato il processo di Candidatura, e, in accordo con il Comitato Promotore “Como e Seta” (che ha concluso il suo mandato lo scorso dicembre a seguito della Designazione), è stato ideato un nuovo e importante strumento di partecipazione: la Consulta per il progetto Como Città Creativa Unesco.

Attualmente, insieme agli enti territoriali Comune di Como, Camera di Commercio e Provincia di Como hanno aderito alla Consulta: Accademia Galli - IED Como, Amici di Como, ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili, Associazione Ex Allievi del Setificio, Associazione Giovani per l’Unesco, Associazione Italiana Disegnatori Tessili & Comocrea, Centro Tessile Serico Sostenibile, CNA, ComoNext, Compagnia delle Opere Como, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti Como, Confindustria, Cooperativa “Tikvà”, Fondazione “Antonio Ratti”, Fondazione Politecnico di Milano, Fondazione Setificio, ITKI Foundation, Lariofiere, Museo della Seta Como, Setificio, Teatro Sociale di Como, Ufficio Italiano “Como e Seta”, Università degli Studi dell’Insubria.

Gli obiettivi della Consulta

La costituzione della Consulta nasce dalla volontà di creare uno strumento idoneo per promuovere la partecipazione, il dialogo e la condivisione. Nello specifico, la Consulta si propone di promuovere la sinergia tra le realtà della città e del territorio che si impegneranno a:

- valorizzare l’appartenenza della città e del suo territorio alla rete delle Città Creative Unesco, prestando particolare attenzione al tema della Moda e del Tessile Sostenibile;

- promuovere il piano d’azione di Como Città Creativa Unesco, proposto per il conseguimento degli obiettivi della rete Unesco, a livello locale e internazionale;

- promuovere la crescita di una strategia di sviluppo integrata in cui tutte le competenze del territorio possano giocare un ruolo chiave nella formazione di un sistema di dotazioni della città aperto e fruibile da parte di “stakeholders” locali e internazionali.

Le Plenarie della Consulta di Como Città Creativa Unesco si svolgeranno ogni 4 mesi; Fondazione Volta e il Comitato Operativo si occuperanno di fornire un Report quadrimestrale perché possano essere monitorati gli avanzamenti del Piano d’Azione del Progetto “Como Città Creativa”.

La Consulta potrà essere arricchita da nuove realtà che potranno richiedere di aderire inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica: unesco@fondazionealessandrovolta.it.

Per maggiori informazioni su Como Città Creativa UNESCO: www.comocreativecity.com

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie