Attualità
Domenica 18 settembre

"#Da0a100 Leggere è geniale" presente con due proposte alla fiera "L'Isola che c'è"

Per l'appuntamento del pomeriggio saranno presenti 9 narratori, ognuno con la propria storia

"#Da0a100 Leggere è geniale" presente con due proposte alla fiera "L'Isola che c'è"
Attualità Olgiate, 07 Settembre 2022 ore 18:19

Il progetto #Da0a100 Leggere è geniale, avviato la scorsa primavera, continua e porterà due diverse attività a “L’isola che c’è”, fiera delle economie solidali, in programma il 17 e il 18 settembre a Villa Guardia.

"#Da0a100 Leggere è geniale" presente con due proposte alla fiera "L'Isola che non c'è"

Domenica 18 settembre dalle ore 10 alle ore 12, sotto al cedro, sarà allestito uno spazio letture per bambini da 6 a 36 mesi, con tappeti e morbidi cuscini, dove bibliotecarie e volontari leggeranno libri con formati, illustrazioni e temi adatti all'età. I volontari coinvolti saranno persone appositamente formate, che hanno frequentato la scorsa primavera il corso “Leggere come e perché” organizzato dal progetto, eseguire una lettura per il target 0-3 richiede, infatti, conoscenze specifiche di approccio, per mostrare i libri nel modo idoneo, catturare e mantenere l’attenzione. L’attività proposta nasce dall’obiettivo delle biblioteche di promuovere la lettura fin dalla primissima infanzia, un’attività molto coinvolgente che rafforza anche la relazione adulto-bambino.

Domenica 18 settembre dalle ore 16 alle ore 19, sempre sotto al cedro, prenderà vita la “biblioteca vivente” nata dal percorso formativo “Il porto delle storie. Che storia!” realizzato nei mesi scorsi e curato dal Sistema Bibliotecario Ovest Como insieme alla Cooperativa Lotta contro l’emarginazione. Donne e uomini che hanno preso parte al corso e, incontro dopo incontro hanno imparato a raccontare la propria storia così da renderla patrimonio di tutti, saranno a disposizione per condividere con i visitatori della Fiera le loro esperienze, emozioni e ricordi che si trasformano in parole. Sarà possibile navigare tra le pagine delle loro storie di vita, che si intrecciano alla Storia: basterà venire al Porto delle storie, prendere un biglietto e cominciare a viaggiare insieme a uno dei nostri libri viventi, per sentire gli echi di un mondo forse lontano, ma anche trovare nelle storie di ieri i riflessi delle storie di oggi.

Saranno presenti 9 narratori, ognuno con la propria storia, e mentre si attende il proprio turno in sala d’aspetto (come all’inizio di ogni viaggio) si potranno leggere le recensioni dei “libri”, scritte dai lettori precedenti su cartoline. Prima di andare via, poi, oltre a una recensione sarà possibile lasciare commenti sul “diario di bordo”.

Le 9 storie

1. GRECIA: Un caffè lungo molto dolce. L’avventura di tre ventenni che negli anni ‘70 decidono di attraversare l’Europa dell’est in auto fino alla Turchia... e ritorno! Migliaia di chilometri su poche autostrade e un gran finale sulle coste della Grecia.

2. MILANO: I miei anni nel salotto di Milano. Un giovanissimo bancario incontra la Gran Milàn, quella di clienti importanti e di musicisti, attori e artisti protagonisti della scena culturale e politica italiana. Ma incontra anche le grandi tensioni di quella Milano, che culminano con il boato della bomba scoppiata in Piazza Fontana il 12 dicembre 1969, a due passi dal suo ufficio.

3. MILANO: Al Posto giusto. Milano negli anni ‘70 è il posto ideale in cui cercare in libertà le risposte alle proprie domande, lontano da una provincia opprimente. Una piccola migrazione che spalanca e porte delle possibilità, per proiettare una giovane donna nel cuore della politica e della cultura di quegli anni.

4. CALABRIA: 28 settembre. 1968: una storia che ci fa guardare la migrazione dal Sud Italia con gli occhi di una ragazzina, in cui resterà indelebile l’immagine di un treno che segna il passaggio tra due vite. Una storia che ne contiene altre mille, di ieri e di oggi.

5. COMO Just a new start. Nell’epoca del lavoro flessibile, può la vita lavorativa ricominciare a 50 anni? Può una passione diventare un lavoro? La storia di una donna che trova il coraggio di accettare una nuova sfida, foriera di grandi soddisfazioni. Il tutto grazie al sostegno delle vere amiche.

6. COMO: La mia favola. Siamo nel 1977, anche a Como si vive il fermento giovanile di quegli anni, con i suoi conflitti - anche aspri - e le sue speranze. Ma nella vita della protagonista si sta per compiere un’altra rivoluzione, in cui dimostrerà la propria grande forza...

7. COMO: Una donna per amico. Il passaggio dalle medie alle superiori è un momento di crescita cruciale, ma se si unisce al movimento da un collegio femminile a un istituto tecnico di (quasi) soli studenti maschi, il cambiamento sarà una rivoluzione... destinata ad avere una influenza indelebile sul futuro!

8. MILANO: Memorie di una collegiale. Milano, fuori imperversano gli anni ‘70, con le tensioni, i collettivi, la rivoluzione sessuale... ma com’è la vita di una giovane che vive in un collegio di suore? La cesura tra due culture e tra due epoche, incarnata nella vita di un’adolescente.

9. COMO: La scuola sbagliata. Per un ragazzo dall’animo ribelle, inseguire un sogno può passare da una scuola che non lo rispecchia e in cui non trova insegnanti capaci di appassionare e ispirare? La storia è passata anche nei licei e nelle scuole di Como, e il protagonista dovrà scegliere se inseguire il futuro o vivere il presente...

Per tutti i dettagli della Fiera “L’isola che c’è” e il programma completo visitare il sito dedicato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie