Attualità
l'appuntamento

Erone onlus organizza un concerto per ricordare il diritto alla salute

L'evento musicale si terrà l'8 dicembre nella basilica di San Fedele a Como.

Erone onlus organizza un concerto per ricordare il diritto alla salute
Attualità Como città, 05 Dicembre 2022 ore 12:46

Giovedì’ 8 dicembre la basilica di San Fedele a Como, dalle 21 alle 22:30, diventerà sede naturale per una riflessione particolare in un tempo segnato da grandi cambiamenti: lo tsunami che ha sconvolto modelli consolidati di assistenza e priorità di cura diventa un’opportunità per ripensare al nostro vivere quotidiano.

Erone onlus organizza un concerto per ricordare il diritto alla salute

Quest’anno l'associazione Erone onlus, presieduta da Alberto Vannelli, primario al Valduce, con il patrocinio del Comune di Como, ha pensato a un evento gratuito da offrire a tutta la cittadinanza, nella giornata in cui la chiesa celebra il dogma dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, cioè la verità di fede.

Erone onlus ha un motto: “Costruire un’idea per educare una coscienza oncologica” e con i suoi progetti e iniziative realizzate per il territorio e la cittadinanza negli anni, ha dimostrato il dogma della salute: un diritto inviolabile e un dovere morale. Per questo momento di gioiosa riflessione, il maestro Andrea Colzani ha pensato a un repertorio che potesse guidare, legando il tema della fede a quello della salute.

L’orchestra “Ensemble Testori” diretta da Colzani, suonerà il Gloria RV589 di Antonio Vivaldi e i Concerti per Organo e Orchestra op. 4 n. 4 e op. 7 n.1 di G.F. Handel, con la Corale Lirica Ambrosiana - Maestro del Coro: Roberto Ardigò (Maestro), Ivan Ronda (Organo), Antonella Matarazzo (Soprano) e Alessandra Notarnicola (Contralto).

"Un particolare ringraziamento a don Pietro, Parroco della Basilica di San Fedele, per aver permesso questo evento - commenta Vannelli - Erone onlus ha accolto con gioia questa iniziativa perché realizza un triplice scopo: vivere con spiritualità questo periodo dell’anno grazie alla musica di Hendel e Vivaldi; proporre un momento divulgativo di queste opere; aiutare la cittadinanza ad una ripartenza più profonda, ripensando a un nuovo significato di salute".

Seguici sui nostri canali
Necrologie