Attualità
Ponte L.

Fu prigioniero dei nazisti: una targa a Clemente Nava

Lo scorso anno aveva ricevuto la medaglia d'onore dal prefetto di Como.

Fu prigioniero dei nazisti: una targa a Clemente Nava
Attualità Erba, 22 Gennaio 2023 ore 17:09

Il reduce pontelambrese, 98, anni, è stato ospite della serata dedicata a Puecher

Riconoscimento da parte dell'Amministrazione comunale

Nel corso della serata che si è svolta venerdì, 20 gennaio, dedicata al libro "Giancarlo Puecher: un eroe del Novecento, un esempio per gli italiani" di Gianfranco Bianchi, è stato ospite in sala consiliare Clemente Nava. Il pontelambrese, classe 1924, internato militare a Küstrin, un paese polacco appena dopo il confine tedesco, è un prezioso testimone delle atrocità compiute durante la Seconda guerra mondiale. A lui l'Amministrazione comunale ha voluto consegnare una targa: il suo coraggio e la sua resistenza devono essere presi d'esempio per le generazioni future.

Lo scorso anno gli era stata attribuita la medaglia d'onore

Clemente Nava proprio lo scorso anno, in occasione della Giornata della Memoria, era stato insignito della Medaglia d'onore riservata a chi, durante la Seconda Guerra mondiale, era stato internato nei campi di lavoro nazisti a seguito della firma dell'Armistizio. La cerimonia si era svolta a Como alla presenza del prefetto Andrea Polichetti.

Un grande lavoro di ricerca direttamente negli archivi comunali

A cercare di riconoscere il sacrificio dei pontelambresi è il consigliere comunale Manuel Guzzon. Grande conoscitore della storia e presidente provinciale dell'Anpi, Guzzon sta infatti attuando un'approfondita ricerca negli archivi pontelambresi per ripercorrere le vicende di quanti, sacrificando gli anni migliori e con dolore, sono stati costretti alla prigionia nazista e poter far loro riconoscere ufficialmente quanto patito.

Partono le iniziative legate alla Memoria

Si intitola «L’importanza della memoria, oggi e sempre» la rassegna ideata e organizzata dall’associazione Tic Tac e dalla commissione Cultura, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale. Dopo l'appuntamento con la presentazione del libro su Puecher, è lungo l'elenco degli eventi in cartellone. Ecco i prossimi eventi: sabato prossimo, 28 gennaio, alle 17, proiezione del fotodocumentario «Il lavoro rende liberi» di Enrico Rolandi e Andrea Pozzati; lunedì 30 gennaio, alle 9, incontro per ragazzi con l’autore Andrea Franzoso su legalità e Costituzione con la presentazione del libro «Viva la Costituzione»; domenica 12 febbraio, alle 21, spettacolo teatrale «Italiani in soffitta, tante storie tutte vere» a cura del Giardino delle ore; sabato 25 febbraio, alle 17, presentazione del libro «Tanto tu torni sempre. Ines Figini, la vita oltre il lager» di Giovanna Caldara e Mauro Colombo, infine domenica 26 febbraio, visita al Binario 21, memoriale della Shoah di Milano.

Seguici sui nostri canali
Necrologie