Attualità
la ricorrenza

Giornata contro la violenza sulle donne: incontri, spettacoli, convegni, tutti gli eventi nel Comasco

Tanti eventi sul territorio per celebrare il 25 novembre.

Giornata contro la violenza sulle donne: incontri, spettacoli, convegni, tutti gli eventi nel Comasco
Attualità Como città, 23 Novembre 2021 ore 12:18

Si rinnova anche quest'anno l'appuntamento con le celebrazioni in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita nella data del 25 novembre. In provincia di Como sono tanti gli eventi proposti.

Giornata contro la violenza sulle donne: tutti gli eventi

- Como. ComoPride ha deciso, in occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere, di scendere in piazza Volta alle ore 16:30.  Le rivendicazioni del gruppo vertono soprattutto intorno al concetto di società transfemminista, ossia una società  che rifiuta il binarismo, il macismo, gli stereotipi di genere e gli schemi patriarcali, dove ognuno possa sentirsi a proprio agio e libero di esprimersi.

- Como. Il 23 novembre dalle 18.30 alle 20.00 l’ospedale Valduce di Como come membro del Network Bollini Rosa di Onda e con il patrocinio dell’ordine dei Medici di Como, organizza con la Polizia di Stato, un incontro online dal titolo “Questo non è amore” ove parteciperà anche una rappresentante dell’associazione Telefono Donna di Como e il Dirigente della Divisione Anticrimine della Questura di Como Ilaria M. Serpi.

- Como. Il 25 novembre dalle 14.00 alle 16.30 la Camera di Commercio di Como-Lecco ha programmato un incontro di sensibilizzazione sul tema dal titolo “Facciamo rete contro la violenza”. Parteciperà il Dirigente della Divisione Anticrimine della Questura di Como Ilaria M. Serpi. A seguire verrà inaugurata la mostra del pittore Betto Lotti "Donne Oltre", promossa dal Comitato Imprenditorialità Femminile

- Como. Nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Questo non è amore”, sarà presente a Como in Largo Miglio, dalle 10.00 alle 16.00, il camper della Polizia di Stato ove, operatori specializzati, in collaborazione con personale della sezione di Como del “Telefono Donna”, forniranno informazioni e consigli utili avvalendosi anche di specifico materiale informativo. Infine, nella medesima giornata, dalle ore 17.30, la facciata della Questura di Como si illuminerà di arancione, per l’iniziativa promossa da Soroptimist International che sostiene la campagna “Orange the World” promossa da UN Women, ente delle Nazioni Unite, impegnato nella lotta contro qualsiasi
discriminazione e violenza nei confronti delle donne. La scelta del colore è stata adottata da Soroptimist come simbolo della campagna di comunicazione volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza contro le donne.

- Como. La biblioteca Paolo Borsellino ospita due mostre. Alle 16 verranno inaugurate "Nel nome delle rose, nel nome delle donne", una mostra di foulard realizzati dagli studenti dell’Istituto ISIS Carcano sul tema del rifiorire delle donne attraverso le difficoltà della vita, a cura del Centro Antiviolenza Telefono Donna di Como, e "Com’eri vestita", la mostra dedicata al tema del pregiudizio legato all’abbigliamento delle donne a cura di CGIL-CISL-UIL e pensata dall'Associazione Libere Sinergie di Milano. Entrambe le mostre sono visitabili gratuitamente fino a sabato 4 dicembre negli orari di apertura della Biblioteca.

- Como. Alle 18 nella biblioteca Paolo Borsellino si terrà la presentazione del libro della scrittrice Monica Lanfranco "Crescere uomini", un evento a cura del Centro Antiviolenza Telefono Donna.

- Como. Alle 21 al Teatro Don Guanella andrà in scena "Anatomia di una triste storia contro ogni violenza di genere", spettacolo teatrale a cura dell'Associazione Donne Giuriste di Como con la compagnia teatrale Giorgia Graziano Teatro.

- Cernobbio. A Villa Bernasconi alle 21 Cristina Quadrio e Francesca Lipari portano in scena “Una e sette. Storia di una casalinga guerriera e non solo”, una carrellata di racconti allegri, profondi, ironici, forti e delicati tratti da opere letterarie classiche e nuovissime. Dentro ogni donna vivono guide potenti che possono interagire e manifestarsi nella quotidianità. Per entrare in connessione con la natura femminile più intima e autentica si può far riferimento alle sette dee greche: Artemide, Atena, Estia, Persefone, Demetra, Era e Artemide, come Jean Shinoda Bolen ci ha magistralmente raccontato nel suo libro “Le dee nella donna”. L’interiorità femminile è sfaccettata e piena di luci e ombre, nessuna ha al suo interno un unico archetipo ma un meraviglioso insieme di indipendenza, determinazione, coraggio, strategia e saggezza. Ingresso 10 euro a sostegno del progetto "Cambiare con la moda" dell’Associazione Telefono Donna Como, prenotazione obbligatoria www.villabernasconi.eu

- Erba. Il Comune promuove l'appuntamento "Ama la musica ama le donne", un incontro in Sala consiliare a Erba che prenderà il via alle 9 con i saluti del sindaco Veronica Airoldi e dell'assessore alla Gentilezza Giorgio Meroni. A seguire interverranno Simone Savogin, campione erbese di Poetry Slam, Ilia Benedetti, presidente di Familiarmente Noi onlus, Paola Corbo, amministratrice del Gruppo Sei di Erba se e organizzatrice dell'evento "Ama la Musica ama le donne", Olga Camossi dell'associazione italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori, Romina Camerin, direttrice artistica dell'evento, Maria Adele Pozzi, psichiatra, e Amì Negri, responsabile della Casa dei Tigli di Brunate. Dopo l'incontro verrà posizionata una casetta di book crossing rossa al Parco Majnoni.

- Canzo. Si svolgerà giovedì 25 novembre l’inaugurazione della panchina dedicata alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L’Amministrazione comunale ha accolto la proposta delle sorelle Cristina e Angela Passafaro che hanno deciso di donare al paese un’opera d’arte che potesse in qualche modo lasciare un segno forte per sensibilizzare su questo importante tema. A realizzare l’installazione è Massimo Galli, in arte Galì. Alla cerimonia di inaugurazione, che prenderà il via alle 14.30, sono state invitate le autorità locali e i bambini delle IV e V della primaria.

- Alserio. L'artista Fabiano Rosa ha effettuato come ormai tradizione un'installazione in riva al lago. L'opera d'arte sarà visitabile liberamente perché ospitata nei giardini: si tratta come sempre di una produzione artistica d'impatto per sensibilizzare circa la violenza contro le donne.

- Mariano Comense. La Città in collaborazione con Tecum e i Comuni di Arosio, Cabiate, Carugo, Inverigo e Lurago d'Erba propone un calendario di eventi di sensibilizzazione. Il primo appuntamento si è tenuto il 21 a Lurago con lo spettacolo "Barbablù". IL 25 novembre invece alle 17 a Mariano vi sarà la presentazione ufficiale dell'iniziativa "Non nascondere la polvere sotto il tappeto", un'istallazione emblematica che sarà posta in corrispondenza dei luoghi più significativi dei Comuni aderenti. Nella stessa giornata alle 21 nella biblioteca di Carugo si tiene lo spettacolo di poesia “Non vedi che sono te?” (prenotazione nonvedichesonote.eventbrite.com). Il 28 novembre in sala polifunzionale ad Arosio alle 20.45 va in scena lo spettacolo teatrale “Anima e Corpo” (prenotazione eventiarosio@gmail.com). Chiusura alle 20.30 in auditorium a Inverigo mercoledì 1 dicembre incontrando l'ex magistrato Vittorio Nessi ed i referenti del centro antiviolenza di Como.

A questa iniziativa intercomunale vanno ad aggiungersi due iniziative dell'associazione Penta su territorio comunale: giovedì 25  alle 14.00 nei pressi della stazione istallazione di una "panchina rossa" e sabato 27 novembre alle 11.00 flash mob all'Iperal di Mariano Comense.

- Olgiate Comasco. Domenica 28 novembre, alle 16.30, nell’auditorium del centro congressi Medioevo, organizzata dall’assessorato alla Cultura, iniziativa in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne che ricorrerà giovedì 25 novembre. "Sarà un’occasione per riflettere insieme su questa ferita che sembra non volersi rimarginare, ancora oggi dobbiamo ribadire con forza il nostro no - afferma l’assessore alla Cultura Paola Vercellini - La cultura, la formazione e l’informazione sono armi essenziali per combattere contro odio, discriminazione e violenza di cui ancora troppe donne e troppe persone sono vittime. Anche quest’anno proponiamo un momento di riflessione che, ci auguriamo, possa raggiungere il maggior numero di partecipanti possibile». L’associazione artistica Teatro Arte Orizzonti inclinati presenterà Libere Tutte, uno spettacolo che racconta la violenza sulle donne attraverso pagine vere di diari e poesie. Verranno letti brani di opere scritte da Sylvia Plath, Virginia Woolf, Sibilla Aleramo, Ipazia di Alessandria, Camille Claudel, Goliarda Sapienza, Alda Merini ed Edgar Lee Master. A interpretare i testi saranno Domitilla Colombo, Miriana Ronchetti, Stefano Bresciani e la soprano Stefania Butti. Per partecipare sono necessari mascherina e green pass.

- Solbiate con Cagno. «C’era una volta un uomo con la barba dai terribili riflessi blu»: una piece teatrale per dire basta. In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, venerdì 26 novembre, alle 21, la scuola primaria di Solbiate farà da palcoscenico alla rappresentazione "Barbablu 2.0. I panni sporchi si lavano in famiglia", iniziativa voluta dalla commissione Biblioteca col patrocinio dell’Amministrazione comunale. La rappresentazione, di Magdalena Barile, porterà sul palco Laura Negretti e Alessandro Quattro, per la regia di Eleonora Moro, la scenografia di Armando Vairo e la produzione di «Teatro in mostra». Ingresso gratuito con l’esibizione di green pass. Inoltre, predisposta una panchina (donata da Flavio Ferrari) caratterizzata dal colore brosso e da frasi di scrittori noti che sensibilizzano sul dramma della violenza contro le donne. Sarà collocata all’esterno del Municipio di Solbiate.

- Appiano Gentile. Una serata per dire «basta» alla violenza contro le donne e per fare il punto della situazione. Fin dal suo insediamento, l’attuale Amministrazione si è sempre contraddistinta per una spiccata sensibilità sul tema e anche in piena pandemia non ha rinunciato a organizzare iniziative in concomitanza della Giornata contro la violenza sulle donne. Quest’anno, per l’esattezza venerdì 26 novembre, alle 21, appuntamento alla sala polifunzionale nel parco di Villa Rosnati con una serata di sensibilizzazione e confronto. Interverranno l’avvocato Daniela Vassallo, presidente della sezione comasca dell’Adgi,  Piera Manfreda, vicepresidente di Telefono Donna di Como,  il comandante della Stazione dei Carabinieri di Appiano Gentile Tonino Pirisi e Stefania Costantino, comandante della Stazione dei Carabinieri di Bellagio. "Si torna in presenza con un’iniziativa molto importante - esordisce Anna Gallina, capogruppo di maggioranza - Sarà l’occasione per fare il punto della situazione e confrontarsi. La situazione non è migliorata: da gennaio a giugno 2021 i femminicidi sono stati 48, senza dimenticare i casi di violenza domestica". Dal 27 al 28 novembre, infine, mostra di pittura tutta al femminile nella sala Adolfo Wildt dal titolo Metamorfosi e curata dall’associazione Carlo Linati.

Per segnalarci altri eventi potete scrivere una mail a giornaledicomo@gmail.com con oggetto "Giornata contro la violenza sulle donne"

Necrologie