Attualità
da non perdere

Giornata della Donna, gli appuntamenti a Como e Cernobbio

Incontri con gli studenti, spettacoli teatrali e tanto altro.

Giornata della Donna, gli appuntamenti a Como e Cernobbio
Attualità Como città, 07 Marzo 2022 ore 16:11

Si celebra domani, 8 marzo 2022, la Giornata Internazionale della Donna. Tanti gli eventi organizzati in provincia di Como per l'occasione.

Giornata della Donna a Como

Due interessanti appuntamenti in città, a Como, per la ricorrenza dell'8 marzo. Martedì il Teatro Nuovo di Rebbio ospita il convegno "L'impatto sulla pandemia sul lavoro femminile" organizzato dalla Cgil di Como. Introduce Lorena Panzeri, segretario Cgil Como, seguono gli interventi di Franca Anzani, consigliera di parità della Provincia di Como e Paola De Dominicis del Centro per l'impiego. Ci saranno poi racconti ed esperienze dirette. Conclude Valebtina Cappelletti, segretario Cgil Lombardia. Giovedì 10 marzo, alle 18, va in scena nella stessa sede "Non è Francesca -  Storie di ordinaria contraddizione" di e con Francesca Pugliese.

Due appuntamenti a Cernobbio

A Cernobbio inmattinata, insieme all’assessore e vicesindaco Maria Angela Ferradini e alla dirigente scolastica Maria Teresa Callipo, Valter Merazzi e Maura Sala del Centro Studi Schiavi di Hitler incontreranno on line le classi terze della scuola secondaria di Cernobbio e Maslianico che hanno lavorato su cinque videointerviste scelte da loro, in anteprima, durante la commemorazione del Giorno della Memoria, nell’ambito del progetto “Voci femminili nel buio della guerra nazifascista”, realizzato con il contributo dell'Anppia (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti).

I dieci video che compongono la raccolta saranno pubblicati sui siti https://anppia.it/voci-femminili-nel-buio-della-guerra-nazifascista/ e http://schiavidihitler.org l’8 marzo con la dedica alle Donne che vivono in tutto il mondo con profonda angoscia il presente e il futuro, subendo imposizioni di ogni genere e rischiando la vita.

Protagoniste delle videointerviste sono Vilma Conti e Lidia Menapace staffette partigiane; Ida De Sandrè e Ines Figini deportate nei campi di sterminio per motivi politici; Giovanna Carbonoli e Pinuccia Gervasoni figlia e nuora di operai deportati per aver scioperato e deceduti a Gusen e a Kahla; Giovanna Marturano antifascista “a vita” e Anna Sacerdoti ebrea che in Svizzera trova la salvezza. Oltre alle testimonianze italiane ci sono i racconti di Emma Marklstorfer giovane testimone di Jeova nella Germania nazista e Ina Hevach deportata dall’Ucraina come lavoratrice coatta. Differenti per età e contesto, queste ragazze del secolo scorso sono state protagoniste del loro destino. Hanno compiuto una scelta o dovuto reagire agli eventi in tempi in cui il pericolo era tangibile, costrette a “costruirsi un
coraggio”, come diceva Giovanna Marturano.

Alle ore 18:30 l’appuntamento sarà in Villa Bernasconi, per una serata aperta al pubblico, fra poesia e musica: “Come te, Persefone”, in collaborazione con Return2Nature e Celtic Harp Orchestra, durante la quale Cinzia Milite presenterà la sua raccolta di poesie “Catarsi,
sostantivo femminile”. Il dialogo con l’autrice sarà intervallato dalla lettura di alcune poesie e dal magico suono delle arpe. Prenotazione obbligatoria su www.villabernasconi.eu, ingresso gratuito.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie