Attualità
Lo spettacolo

Giornata della Memoria, l'emozione in piazza con i ballerini di Colisseum. Il coreografo: "Anna Frank oggi é qui con noi"

Quaranta danzatori hanno ricordato la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz.

Giornata della Memoria, l'emozione in piazza con i ballerini di Colisseum. Il coreografo: "Anna Frank oggi é qui con noi"
Attualità Como città, 27 Gennaio 2022 ore 21:25

Quaranta artisti, quasi cento costumi di scena, tecnici, una grande squadra creativa, cinque quadri in uno spettacolo dalla forte commozione ed intensità sono andati in scena in piazza Verdi a Como, fra la tangibile e grande emozione del pubblico presente, la maestosa Cattedrale della città a fare da scenografia dal mapping video architettonico di Mattia Inverni, la calda voce della bellissima Ilaria Deangelis scortata dai danzatori Jacopo Ballabio, Alessia De Fazio e Caterina Maria Del Sole, accompagnati dai giovani ragazzi di Colisseum Danza.

Giornata della Memoria, l'emozione in piazza con i ballerini di Colisseum. Il coreografo: "Anna Frank oggi é qui con noi"

La Giornata della Memoria è stata così onorata dalla Cooperativa Sociale Colisseum Dimensione Movimento in un grande evento, senza precedenti, unico per la città di Como, firmato dal coreografo e regista Tony Lofaro.

Come in un sogno è apparsa una giovane Anna Frank (Cristina Pini) che dalle pagine del suo diario ha danzato in onore alla vita sulla piazza, circondata dal vigoroso ensemble dei danzatori. Uno spettacolo di circa venti minuti ha avvolto piazza Verdi ed i presenti, in un anelito di vita, delicatezza, amore.

Il viaggio di “Storia di un Sogno interrotto” è partito dalle parole dell’attrice Ilaria Deangelis e dal commovente ritorno a casa dei sopravvissuti ai campi di sterminio, simbolicamente liberati il 27 gennaio 1945; invadendo la piazza, la messa in scena è cresciuta con i tre danzatori professionisti che, in un quadro di grande impatto tecnico ed emozionale, hanno fuso i movimenti fra le valigie dalle quali magicamente è comparso il celebre diario e con lei, Anna Frank. Un monologo di grande valore espressivo ha condotto poi gli spettatori verso la conclusione dell’installazione artistica di Lofaro che ha fortemente desiderato far apparire sulla Cattedrale i volti degli ormai celebri sopravvissuti all’orrore nazista: Liliana Segre e Sami Modiano.

“Trovare le parole per manifestare il sentimento che provo dopo questa grande sfida mi è difficoltoso; l’obiettivo da raggiungere era grande, più di quanto non potessi immaginare – ha commentato a caldo Lofaro - Un evento che ha mobilitato quasi sessanta persone, fra artisti, maestranze, addetti ai lavori, tecnici. Come sempre Colisseum si è rivelata incredibile, mi ha dato tutto il supporto e la fiducia per realizzare qualcosa di unico che, ancora una volta, si è trasferito dai miei sogni più intimi alla realtà”.

“Anna oggi era in carne e ossa con noi e con lei tutte le vittime dell’orrore della Shoah – ha concluso il direttore artistico - La danza è linguaggio, divulgazione, ricordo, celebrazione. 'Storia di un sogno interrotto' è l’ennesimo tassello del mio e del nostro impegno in prima linea sulla strada del ricordare per non dimenticare, mai. Proprio così, in nome del ricordo, oggi come tutti i giorni, per un mondo migliore. Alla vita”.

GUARDA LE IMMAGINI

Foto5
Foto 1 di 4
Foto8
Foto 2 di 4
Foto12
Foto 3 di 4
Foto11
Foto 4 di 4
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie