Attualità

Gli alunni dell'asilo aiutano i bambini dell'Ucraina

Gli alunni dell'asilo aiutano i bambini dell'Ucraina
Attualità Bassa Comasca, 03 Aprile 2022 ore 13:00

Gli alunni della scuola dell’infanzia aiuteranno i bambini dell’Ucraina, realizzando lavoretti pasquali e rinunciando al loro uovo di cioccolato per aiutare chi, nonostante la tenera età, è stato costretto a perdere il sorriso e la spensieratezza per colpa della guerra. E’ questa la bellissima iniziativa solidale ideata dall’asilo in collaborazione con la Protezione civile di Rovello Porro e il centro anziani di Turate.

Gli alunni dell'asilo aiutano i bambini dell'Ucraina

«La programmazione dell’anno scolastico in corso si intitola “Per non perdere il filo” e, restando in tema, vogliamo tessere un filo che ci tenga uniti ai bambini Ucraini. Per questo ogni alunno della nostra scuola ha realizzato un lavoretto pasquale che verrà poi venduto in un mercatino che allestiremo sabato 9, il weekend prima di Pasqua, nel cortile della scuola dalle 9 alle 12. I fondi raccolti verranno devoluti alla Protezione civile di Rovello, che li impiegherà per il trasporto dei beni di primi necessità a sostegno delle popolazioni fuggite dalla guerra», spiega il personale scolastico, precisando: «Avremmo potuto organizzare una semplice raccolta fondi con una scatoletta per le offerte, ma abbiamo preferito coinvolgere attivamente i bambini con un loro pensiero speciale. Abbiamo poi chiesto il supporto dei rappresentanti di classe per il montaggio e lo smontaggio dei banchetti che verranno allestito per il mercatino, in cui saranno presenti simboli pasquali ,ma anche animali veri per rendere l’atmosfera ancora più festosa». Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare: «In ogni negozio stiamo distribuendo disegni realizzati dai nostri bambini, dai 2 anni in su, con un invito a partecipare al mercatino di sabato 9». Ma non sono finite qui le dimostrazioni di solidarietà in occasione della Santa Pasqua: «Come tradizione il centro anziani ogni anno regala un uovo di cioccolato per ogni bambino. In questo periodo di guerra abbiamo però deciso di rinunciare, in modo che ogni bimbo possa regalare simbolicamente il suo uovo a un coetaneo ucraino. I fondi che i pensionati risparmieranno dall’acquisto delle uova verranno devoluti infatti a sostegno della popolazione afflitta dalla guerra. Queste sono solo le prime iniziative benefiche che abbiamo messo in campo, ma potranno seguirne delle altre».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie