Attualità

Gli studenti del Carcano hanno vinto il "I ragazzi dicono", il contest che abbina seta e creatività

Gli studenti del Carcano hanno vinto il "I ragazzi dicono", il contest che abbina seta e creatività
Attualità Como città, 07 Ottobre 2022 ore 12:57

Si è tenuta oggi, giovedì 6 ottobre, presso il Museo della Seta di Como la premiazione del contest I ragazzi dicono. Il progetto è realizzato da Silk By Nature, in collaborazione con Fondazione Setificio, Confindustria Como, Ufficio Italiano Seta e con il sostegno di Associazione Ex Allievi del Setificio, Cascami Seta, Clerici Tessuto, Ongetta, Taroni, Texal. All’evento hanno partecipato una trentina di studenti provenienti da sette diverse scuole medie superiori a vocazione creativa di Como, Treviso, Mogliano Veneto, Montebelluna, Catania e Benevento.

Gli studenti del Carcano hanno vinto il "I ragazzi dicono", il contest che abbina seta e creatività

Presenti alla cerimonia Giovanna Baglio, Presidente Museo della Seta, Stefano Vitali, Presidente Ufficio Italiano Seta, Graziano Brenna, Presidente Fondazione Setificio, Alessandro Ventimiglia, Presidente Associazione Ex Allievi del Setificio e Luca Levrini, Presidente Fondazione Alessandro Volta. L'iniziativa si colloca nell'ambito del percorso organizzato per l'edizione 2022 di comON Creativity Sharing ed è stata riconosciuta da Como Città Creativa UNESCO come un’attività strategica, infatti "I ragazzi dicono" si connette all’obiettivo 4 "Istruzione di Qualità" dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, oltre che avvicinare i giovani all’ambito tessile.

Lanciato a marzo 2022, il contest "I ragazzi dicono" ha coinvolto 100 ragazzi, provenienti dalle seguenti scuole: ISIS Setificio Paolo Carcano (Como); Centro Studi Casnati (Como); Collegio Astori (Mogliano Veneto); Liceo Artistico Statale di Treviso; Istituto Einaudi-Scarpa (Montebelluna); Istituto Carafa-Giustiniani (Cerreto Sannita), IIS Marconi-Mangano (Catania). Gli studenti sono stati chiamati a realizzare un testo scritto con immagini a corredo oppure un elaborato grafico multimediale sul tema "La seta e la sfida della sostenibilità", dando sfogo alla propria creatività.

Fra gli 80 progetti presentati, la giuria ha scelto 11 elaborati, invitando i ragazzi selezionati a partecipare a una "giornata comasca". I giovani hanno quindi visitato il Museo Didattico della Seta e nel pomeriggio, dopo la premiazione, si sono recati presso la ditta Taroni, sponsor dell’iniziativa insieme a Texal, Cascami Seta, Clerici Tessuto e Ongetta.

I vincitori

Il vincitore del primo premio (pari a 1.000 euro in buoni acquisto) è stato il progetto "MOSTRA VIRTUALE", realizzato dai ragazzi dell’ISIS Paolo Carcano di Setificio di Como, di cui erano presenti in rappresentanza le studentesse Emma Luccini e Chiara Pedrazzini. La giuria ha commentato così il progetti degli studenti del Carcano:

"Nel ‘Villaggio della seta’ il visitatore attraversa una mostra virtuale realizzata in CoSpace, un villaggio virtuale in cui ogni progetto rappresenta una tappa del percorso. Il team del Setificio mette in mostra così una serie di progetti e ricerche, ben coordinati in un unico grande lavoro di gruppo, che presenta in maniera organica e coerente tante sfaccettature del tema della sfida della sostenibilità, sviluppato sia in maniera artistica che in maniera scientifica. Scopriamo per esempio degli usi alternativi della seta, ma anche delle tipologie diverse di seta. Abbiamo voluto premiare la collaborazione ben orchestrata del progetto di gruppo, e la presentazione molto moderna del Villaggio".

I ragazzi dicono, Mostra Virtuale Carcano
Le studentesse vincitrici del Paolo Carcano

Al secondo posto troviamo il progetto INASPETTATAMENTE SETA di Alberto Noah Befi, studente dell’Istituto Einaudi-Scarpa di Montebelluna, premiato con un buono acquisto di 600 euro; al terzo posto LA SETA DALLE MILLE TRAME dell’Istituto Carafa-Giustiniani di Cerreto Sannita, di cui erano presenti le studentesse Angela Parente e Paola Elena Toscano e che è stato premiato con un buono acquisto del valore di 400 euro.

Il commento dei promotori

"È bello che questo concorso dedicato ai giovani sia stato riproposto per la seconda edizione e speriamo che sia un’occasione per avvicinare i ragazzi al mondo serico e appassionarli a questo settore", ha detto Francesco Ongetta della Ongetta Srl.

"Siamo molto soddisfatti per l’ampia adesione al contest e per la qualità dei lavori presentati. Abbiamo coinvolto giovani provenienti anche da zone dell’Italia distanti da Como e l’esito positivo di questa edizione ci sprona ad andare avanti anche l’anno prossimo e ad allargare ulteriormente la partecipazione", ha dichiarato infine Stefano Vitali, presidente dell'Ufficio Italiano Seta.

Seguici sui nostri canali
Necrologie