Attualità
confesercenti

Green pass, Casartelli scrive ai parlamentari comaschi: "Venga abolito per bar, ristoranti e alberghi"

Il presidente come il numero uno degli albergatori chiede di seguire la linea di altri paesi europei.

Green pass, Casartelli scrive ai parlamentari comaschi: "Venga abolito per bar, ristoranti e alberghi"
Attualità Como città, 22 Febbraio 2022 ore 15:51

Il presidente di Confesercenti Como, Claudio Casartelli, accogliendo e rilanciando l’appello di Luca Leoni, presidente degli albergatori di Confcommercio Como, ha scritto oggi a tutti i Parlamentari eletti nel Comasco per chiedere la cancellazione immediata del Green Pass, come stanno facendo tutti i Paesi europei, e tornare ad accogliere senza limitazioni i turisti e far ripartire l’economia.

Green pass, Casartelli scrive ai parlamentari comaschi: "Venga abolito per bar, ristoranti e alberghi"

“Scrivo Loro – si legge nella missiva di Casartelli rivolta a Senatori e Onorevoli - per richiedere gentilmente di valutare l’immediata soppressione del Green Pass per l’ingresso in alberghi, in ristoranti e bar all’aperto e al coperto, per utilizzare i mezzi pubblici e per fare ingresso in Italia. La situazione epidemiologica è mutata favorevolmente e non vi è più nessun motivo ostativo alla cancellazione delle restrizioni che danneggiano pesantemente il settore turistico-ricettivo, della ristorazione e in generale l’intera economia".

"Condividiamo e ci uniamo all’appello lanciato da Luca Leoni, presidente degli albergatori di Confcommercio Como, nel chiedere la cancellazione del Green Pass per far ripartire l’economia e sostenere le imprese: tutti i Paesi d’Europa, a partire da Spagna, Grecia, Portogallo, UK, e prossimamente Olanda e Germania, stanno cancellando le restrizioni per ripartire, l’Italia non può rimanere indietro e perdere terreno competitivo, dobbiamo recuperare il tempo perduto e agire immediatamente per far tornare l’Italia un Paese attraente e accogliente” ha aggiunto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie