L'invito

Il consigliere Pd Orsenigo: "Regione attivi risorse europee per sostenere la pesca in Lombardia e sul lago di Como"

"Le uniche risorse messe a disposizione, 100 mila euro per far fronte al Covid, non bastano: i pescatori dei nostri territori hanno bisogno di ben altro".

Il consigliere Pd Orsenigo: "Regione attivi risorse europee per sostenere la pesca in Lombardia e sul lago di Como"
Attualità Como città, 02 Luglio 2021 ore 10:23

"Servono interventi urgenti per sostenere la pesca in Lombardia e sul lago di Como. Per questo abbiamo chiesto alla Regione di attivare al più presto le risorse europee previste per la pesca professionistica". A dichiararlo è il consigliere regionale del PD e membro della commissione agricoltura di Regione Lombardia, Angelo Orsenigo.

Il consigliere Pd Orsenigo: "Regione attivi risorse europee per sostenere la pesca in Lombardia e sul lago di Como"

"Il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) prevede una quota di 1 milione e 500 mila euro per la pesca che Regione Lombardia non ha attivato – spiega Orsenigo -. Le uniche risorse messe a disposizione, 100 mila euro per far fronte al Covid, non bastano: i pescatori dei nostri territori hanno bisogno di ben altro. Per questo abbiamo chiesto alla Regione di attivare quanto prima la misura specifica, chiamata 1.44, per mettere a disposizione le risorse previste a sostenere l'attività della pesca tradizionale, parte fondamentale del turismo dei nostri laghi. Ad oggi sono previste misure per l'acquacoltura e la trasformazione che vanno benissimo, ma se non si sostiene la pesca professionistica, che cosa si trasforma?".

"Ci auguriamo che la Regione raccolga questa nostra sollecitazione quanto prima, per andare incontro alle esigenze dei 180 pescatori professionisti presenti in Lombardia e sul lago di Como, la cui attività contribuisce alla valorizzazione della gastronomia e del turismo e ha una grande valenza tradizionale ed ambientale che va salvaguardata. Non a parole, come purtroppo spesso accade, ma con i fatti" conclude Orsenigo.

Necrologie