Attualità
Arte

"Il filo rosso" la mostra di biglietti di auguri natalizi conquista Montesolaro

Le opere sono pezzi unici, di rara bellezza, dell'artista Michelangelo Pizzarelli, ex insegnante del Liceo Artistico Fausto Melotti

"Il filo rosso" la mostra di biglietti di auguri natalizi conquista Montesolaro
Attualità Canturino, 27 Dicembre 2022 ore 10:53

È stata inaugurata a Montesolaro il 18 dicembre e ha visto la sua riproposizione ieri, lunedì 26, la mostra dal titolo "Il filo rosso. Biglietti di auguri natalizi", dell'artista di Cesano Maderno ed ex in segnante al Liceo Faust0 Melotti di Cantù Michelangelo Pizzarelli. Una mostra di pezzi unici da non perdere e che potrà essere visitata ancora tre volte nelle prossime settimane.

"Il filo rosso" la mostra di biglietti di auguri natalizi conquista Montesolaro

"Il filo rosso lega da anni i miei auguri natalizi a familiari ed amici. Quasi un gioco, prendendo semplicemente una matita che tocca il foglio bianco e traccia un solco per creare un disegno vivo di sentimento che ogni anno puntualmente arriva a loro a Natale. E' un dono, un gesto per ringraziarli dall'affetto ricevuto. Il soggetto dei racconti è il piccolo mondo del presepe. Esplorando un pezzetto di questo mondo, nasce in me il desiderio di un racconto più significativo. Il tema della Natività diventa l'occasione per riflettere e condividere i momenti del nostro tempo. Ogni anno l'augurio ha il sapore di un nuovo Natale. Il "filo rosso" legato intorno al biglietto, è motivo di sorpresa e di curiosità. Nell'attesa del "nuovo augurio", parenti ed amici non vedono l'ora di sciogliere quel filo. E' la sorpresa per lo stupore difronte al mistero di un Natale sempre nuovo. Ogni volta per me è una grande gioia il vedere sciogliere tra le loro mani quel filo sottile, rigorosamente di cotone di colore rosso".

Così l'artista presenta la sua mostra, allestita all'interno dell'oratorio di Montesolaro, a Carimate, su iniziativa del parroco Mario Giovanni Meroni.

"Lo scorso anno la mostra è stata fatta a Saronno all'Istituto Padre Monti, in quell'occasione ho pubblicato insieme alla mostra una serie di bozzetti che alla fine sono diventati dei biglietti d'augurio da regalare ad amici e familiari. Con il tempo è diventata una richiesta forte da parte delle persone che lo avevano avuto e ogni anno mi trovo a rinnovare e creare un biglietto nuovo. Don Mario è venuto a visitare la mostra di Saronno e mi ha proposto di farla anche a Montesolaro. È emozionante, il luogo è luminosissimo, e sono esposti i bozzetti, dei pezzi unici".

Michelangelo Pizzarelli
Michelangelo Pizzarelli

E quindi, dopo le due aperture del 18 e del 26 dicembre, la mostra riaprirà le sue porte il 31 dicembre, il primo gennaio e il 6 gennaio dalle 16 alle 18. All'interno si potrà scoprire anche l'augurio per questo Natale 2022, ormai passato ma ancora nell'aria.

"Per un affresco con un cielo notturno rovinato dal tempo o dall'incuria, arriva quasi sempre il momento in cui l'uomo decide di restaurarlo per riportarlo alla sua origine. Ma a differenza del cielo affrescato dall'artista il cielo di Dio non necessita di essere restaurato. Il cielo di Dio è sempre luminoso e senza segni di incuria. Con la Sua venuta Egli ha già restaurato la terra portando una luce nuova, una speranza nuova, una vita nuova, è l'affresco del nostro Natale che necessita di un intervento urgente di restauro Restaurare il Natale per noi oggi è il recuperare e ritrovare i pezzi mancanti e saperti mettere al posto giusto, riportare i colori alla loro lucentezza e al loro splendore vuol dire pulire i nostri cuori da ipocrisie, scoprire la sua semplice e pura bellezza originaria è accorgersi della gratuita del dono che ci è dato. Solo togliendo, come avviene per il restauro di un'opera d'arte, lo strato d' intonaco o le incrostazioni o lo sporco che si sono sovrapposti nel tempo della nostra vita sin da bambini, possiamo vedere che il Natale non è solamente il regalo sotto forma di oggetti ma è la vera bellezza, lucentezza del suo più sincero e profondo significato: "il Santo Natale è Gesù che è nato". A Natale il vero restauro è quello dentro di noi".

Immagine WhatsApp 2022-12-22 ore 17.33.59
Foto 1 di 3
Immagine WhatsApp 2022-12-22 ore 17.57.49
Foto 2 di 3
Immagine WhatsApp 2022-12-22 ore 17.28.37
Foto 3 di 3
Seguici sui nostri canali
Necrologie