Attualità

Infiammazione alla cervicale: rimedi principali

Infiammazione alla cervicale: rimedi principali
Attualità 17 Gennaio 2022 ore 07:10

L’infiammazione alla cervicale può indurre a diverse problematiche fisiche e a forti mal di testa ed emicrania. L’infiammazione di questa zona prende anche il nome di cervicalgia in quanto il dolore tende a localizzarsi proprio nella regione della colonna vertebrale superiore nella zona del collo, dove sono presenti le sette vertebre che danno sostegno alla testa. 

Quando si presenta dolore e infiammazione in questa zona i motivi possono essere diversi, da quelli di origine traumatica, alle malattie dovute a problemi di origine neurologica fino a dolori dovuti semplicemente alle zone interessate quali: vertebre cervicali, articolazioni e muscolatura

Quando la cervicale è infiammata bisogna però agire in qualche modo, in quanto il dolore oltre a essere difficilmente sopportabile tende anche a diffondersi nella zona delle spalle, nel braccio e causare forti mal di testa, nausea, giramenti di testa, mal di stomaco, problemi alla vista e incapacità di concentrarsi correttamente. 

A fronte di tutte queste problematiche, dunque, la cervicale è un problema che ha bisogno di essere risolto con metodi che permettano di andare a ridurre l’infiammazione e i sintomi che ne derivano. Ecco quali sono i principali. 

Rimedi contro la cervicale: creme 

La crema per cervicale è di sicuro una delle soluzioni principali da vagliare per riuscire a lenire velocemente questa problematica. 

Le creme dedicate alla cervicalgia sono studiate per agire direttamente sull’infiammazione andando a ridurla e di conseguenza permettendo un miglioramento in tempi brevi. 

Applicando la crema con un massaggio, fino al suo completo assorbimento, si va ad alleviare il dolore e al contempo a contrastare tutti gli effetti negativi che la cervicale ha sul proprio stato di benessere generale. 

Collare cervicale e postura corretta 

In caso di cervicale di origine traumatica, la prima soluzione è indossare un collare cervicale. Questo rimedio serve esclusivamente su consiglio del medico o dell’ortopedico, per combattere i problemi che derivano dagli strappi muscolari oppure dal colpo di frusta. 

Nel caso in cui, la cervicale non sia di origine traumatica è necessario agire non solo con apposite creme ma anche con un miglioramento della propria postura. 

Durante il riposo notturno sarebbe meglio avere con sé un cuscino ortopedico per la cura del dolore cervicale. Inoltre, si consiglia di assumere e mantenere anche durante il giorno una postura dritta e corretta per alleviare e prevenire il dolore. 

Se si lavora molte ore dinanzi al computer bisogna prevenire il dolore cervicale posizionando lo schermo in modo tale da poter evitare di girare o abbassare il capo. Bisognerebbe avere una schermo che permette di guardare sempre in avanti mantenendo il collo dritto. 

Rimedi naturali con l’infiammazione cervicale 

In caso di infiammazione cervicale è possibile avvalersi anche di alcuni rimedi naturali pensati per riuscire a contrastare efficacemente questa problematica. Il primo consiglio per ridurre eventuali dolori causati da un trauma nella regione cervicale è quello di applicare del ghiaccio e fare degli impacchi freddi. 

La crioterapia è particolarmente indicata per realizzare una specie di analgesia che aiuta a limitare il dolore in eccesso. Questa soluzione va bene solo due o tre giorni dopo il trauma. Successivamente sarebbe consigliabile andare a sostituire gli impacchi freddi con delle docce calde e degli impacchi sempre con acqua calda. 

Un’altra soluzione che si può adottare è quella di sottoporsi a dei massaggi per la cervicale. Questi sono pensati per andare a ridurre il dolore nella regione colpita e migliorare lo stato di benessere dei muscoli che circondano la cervicale, migliorando anche la loro funzione di sostegno. 

Infine, per alleviare la cervicale esistono degli esercizi ginnici pensati appositamente per eliminare il dolore e per migliorare lo stato di benessere dell’intera regione interessata. In genere, questi esercizi possono essere seguiti con l’aiuto di un fisioterapista o di un esperto in ginnastica riabilitativa.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie