Attualità
l'aggiornamento

La scuola primaria di Grandola devastata dalle fiamme è inagibile. Il vicesindaco: "Per ora ospitiamo i bimbi in Comune"

Il Comune si è già mosso per organizzare un sopralluogo e quantificare i danni.

La scuola primaria di Grandola devastata dalle fiamme è inagibile. Il vicesindaco: "Per ora ospitiamo i bimbi in Comune"
Attualità Lago, 06 Giugno 2022 ore 17:24

I bambini della scuola primaria di Grandola e Uniti questa mattina, lunedì 6 giugno 2022, non hanno potuto recarsi come di consueto nelle loro classi per trascorrere insieme gli ultimi giorni di lezione. Nel pomeriggio di ieri infatti un devastante incendio ha ridotto in cenere il tetto della struttura di via Roma, rendendo completamente inagibile l'edificio.

La scuola primaria di Grandola devastata dalle fiamme è inagibile

"Tantissima tristezza per la vicenda accaduta nella nostra comunità, soprattutto per i nostri bambini - ha commentato il sindaco di Grandola Angelo Adamo - La cosa che posso dire è che i problemi sono lì e la nostra forza e la vostra forza daranno l'energia per affrontarli, superarli e uscirne più forti di prima. Un grandissimo abbraccio a tutti i bambini di Grandola ed Uniti, alle insegnanti e ai loro genitori. La scuola di Grandola non si fermerà mai". 

Gli fa eco il vicesindaco Andrea Selva: "Per questi ultimi giorni dell'anno scolastico ospiteremo i bambini della primaria, una sessantina circa, all'interno della villa comunale, dove abbiamo spazi a sufficienza. Nel frattempo ci siamo già organizzando con l'Istituto Comprensivo di Menaggio per il prossimo anno scolastico".

Le cinque squadre di Vigili del Fuoco intervenute ieri per ore per domare le fiamme hanno posto in sicurezza l'area che, come detto, è stata dichiarata inagibile. "Abbiamo già incaricato un ingegnere per le opportune verifiche e quindi per organizzare un sopralluogo per capire quali lavori devono essere effettuati - ha aggiunto il vicesindaco - Non c'è nulla di certo ma da quanto sappiamo finora è molto probabile che si sia trattato di un corto circuito che ha scatenato le fiamme, forse dal sottotetto da dove è cominciato a uscire il fumo".

La struttura risale agli anni Settanta ma le ultime amministrazioni comunali a più riprese hanno effettuato lavori di ristrutturazione per rendere la scuola all'avanguardia. "Un disastro - conclude il vicesindaco - ma che nella sfortuna, fortunatamente è capitato di domenica, quando non c'era nessuno all'interno dell'edificio".

Stephanie Barone

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie