Attualità
Regole

Lockdown e Super Green pass: cosa è cambiato da lunedì 10

Servirà il super Green pass per accedere a una serie di servizi.

Lockdown e Super Green pass: cosa è cambiato da lunedì 10
Attualità Como città, 10 Gennaio 2022 ore 10:46

Ci siamo. Da oggi, lunedì 10 gennaio 2022, entrano in vigore le norme più importanti previste dal Decreto Festività, approvato il 23 dicembre 2021. La differenza sostanziale è l'utilizzo del Super Green pass per accedere a una serie di servizi, che sono dunque a esclusivo appannaggio di chi è vaccinato o  guarito dal Covid. Per i No vax rimangono pochissime attività concesse: in pratica è un lockdown.

Lockdown per i non vaccinati: cosa cambia da oggi

Sarà necessario il Green pass rafforzato pressoché ovunque, tranne che per accedere ad attività e servizi essenziali. Servirà il certificato da vaccino o guarigione per salire sui mezzi pubblici, per bere un caffè al bancone del bar, per mangiare al ristorante (anche all'aperto) e per accedere ai luoghi di svago.

Il Green pass rafforzato "supera" di fatto le zone a colori: le restrizioni valgono ovunque per i non vaccinati. L'unica eccezione è la zona rossa, dove i divieti saranno estesi a tutti.

Nello specifico, il Super Green pass è necessario per:

  • Utilizzo dei mezzi pubblici (a lunga e a breve percorrenza, compreso trasporto pubblico locale)
  • Utilizzo del trasporto scolastico per over 12
  • Accesso a alberghi, centri congressi e strutture ricettive
  • Partecipazione a sagre, fiere, feste conseguenti a cerimonie civili e religiose (matrimoni, battesimi)
  • Accesso a impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici
  • Accesso a  servizi di ristorazione all’aperto
  • Consumo al bancone in bar e ristoranti
  • Accesso a palestre,  piscine, centri natatori, sport di squadra e i centri benessere anche all’aperto
  • Accesso centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto

Green pass e trasporti

Tra le principali novità in vigore da oggi c'è l'obbligo di certificazione verde per l'utilizzo di mezzi di trasporto pubblico o privato di linea: aerei, treni, navi e traghetti, autobus e pullman di linea, autobus e pullman a noleggio con conducente sono consentiti solo ai possessori di Green Pass rafforzato sia in zona gialla che arancione. Quanto all'utilizzo di mezzi di trasporto pubblico non di linea, come i taxi, è consentito indipendente dal Green Pass sia in zona gialla che arancione.

Bar e ristoranti: serve il Green pass rafforzato

Sia in zona gialla che in zona arancione, per accedere ai servizi di bar e ristoranti, sia all'aperto che al chiuso (anche per la consumazione al bancone) è necessario mostrare il Green pass rafforzato. Le stesse norme si applicano anche per le strutture ricettive (inclusi i bar e ristoranti di alberghi) dove sia l'alloggio che la ristorazione potrà essere garantita solamente ai clienti in possesso di Green pass rafforzato.

Negozi e servizi sì, ma occhio ai centri commerciali

Quanto a negozi ed esercizi pubblici, l'accesso ai servizi alla persona è consentito sia in zona gialla che arancione indipendentemente dal Green pass. Anche fare compere nei negozi fuori dai centri commerciali è consentito sempre, sia in zona gialla che arancione, anche senza  Green pass.  Idem per l'accesso ai negozi nei centri commerciali nei giorni non festivi né prefestivi (lunedì-venerdì): è consentito sia in zona gialla che arancione indipendentemente dal Green pass.

Limitatamente alle zone arancioni, l'accesso ai negozi nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (eccetto alimentari, edicole, tabacchi, farmacie e librerie)  sarà invece  consentito solo a chi ha il Green pass rafforzato. Resta invece confermato, ovviamente, l'accesso a uffici pubblici per usufruire di servizi  sia in zona gialla che arancione, indipendentemente dal Green pass.

Studenti e Green pass: cambiano le regole in università

La frequenza scolastica è garantita anche senza Green pass per gli studenti di scuole superiori e istituti tecnici sia in zona gialla che arancione. Agli studenti universitari, sia in zona gialla che arancione, è richiesto il Green pass base. Per i corsi di formazione in presenza, l'accesso è consentito in zona gialla solo con Green pass base, in zona arancione consentito solo con Green pass rafforzato.

In Rsa accesso solo con terza dose e tampone: il Green pass "booster"

L'accesso ai visitatori nelle strutture sanitarie, socio sanitarie e residenziali, socio assistenziali e hospice è consentito solo con Green pass rafforzato e tampone negativo oppure con terza dose booster.

Attività sportive e motorie

C'era una volta la caccia al runner... ora non più. Tra le attività motorie concesse, infatti, resta proprio quella dell'attività sportiva o motoria all'aperto anche senza Green pass. Norme più stringenti in tutti gli altri casi compresi gli sport di squadra in centri e circoli sportivi (concessa solo con Green pass rafforzato) con docce e spogliatoi restano off limits. Concesse invece senza limitazioni le attività riabilitative e terapeutiche.

Stadi e impianti di risalita

Per partecipare agli eventi sportivi in stadi o palazzetti servirà il Green pass rafforzato, sia in zona gialla che in arancione, e non si potrà superare la capienza del 50% all'aperto e del 35% al chiuso.  Stesso discorso per chi scia: solo Green Pass rafforzato, per accedere agli impianti di risalita.

Eventi culturali e feste

Cinema, musei, teatri ancora aperti ma con limitazioni. Sono proibiti gli eventi che comportino assembramenti, sia al chiuso che all'aperto, così come resta in vigore il divieto di consumare cibi e bevande all'interno delle sale. Per quanto riguarda le cerimonie civili e religiose sono concesse, ma occhio ai ricevimenti. Gli invitati dovranno esibire il Green pass rafforzato e sono vietati in ogni caso gli assembramenti.

Per i concorsi pubblici, infine, sarà necessario esibire il Green pass base o arancione per le prove in presenza sia in zona gialla che arancione.

Convegni, fiere e attività ricreative

Partecipare a sagre e fiere anche su aree pubbliche, convegni e congressi (all’aperto e al chiuso), sia in zona gialla che arancione sarà consentito solo con Green pass rafforzato. Stesse regole anche per l'accesso ai centri benessere, sia all'aperto che al chiuso, ai centri termali (salvo che per assistenza e attività terapeutiche o riabilitative all’aperto e al chiuso), ai parchi tematici e di divertimento, ai centri culturali e sociali, alle sale gioco e scommesse, bingo e casinò.

1
Foto 1 di 12
2
Foto 2 di 12
3
Foto 3 di 12
4
Foto 4 di 12
5
Foto 5 di 12
6
Foto 6 di 12
7
Foto 7 di 12
8
Foto 8 di 12
9
Foto 9 di 12
10
Foto 10 di 12
11
Foto 11 di 12
12
Foto 12 di 12

E per chi non ce l'ha?

Per chi non ce l'ha inizia un periodo molto duro. In pratica è consentito andare a lavorare e a fare la spesa (oltre che in farmacia). Ma le restrizioni non finiscono qui, perché da febbraio saranno pieni anche gli effetti del decreto del 5 gennaio 2022, che in pratica impone l'obbligo vaccinale - anche per andare al lavoro - per tutti gli italiani che hanno 50 o più anni. 

Riuscirà la combinazione dei due decreti a dare quella spinta che secondo il Governo è necessaria per convincere la restante popolazione non vaccinata a fare il "grande passo"? Al momento si calcola che gli italiani senza neppure la prima dose siano circa 6 milioni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie