Attualità
La novità

Lomazzo ha la sua stella Michelin: premiata la cucina innovativa della "Trattoria contemporanea"

La brigata di chef Davide Marzullo, 24 anni l'età media, ha ideato, sviluppato e realizzato una nuova food experience e ha deciso di investirla e potenziarla in Trattoria contemporanea.

Lomazzo ha la sua stella Michelin: premiata la cucina innovativa della "Trattoria contemporanea"
Attualità Bassa Comasca, 09 Novembre 2022 ore 10:43

Como e la sua provincia accolgono a braccia aperte il quinto ristorante con una stella Michelin, la Trattoria contemporanea dello chef Davide Marzullo. Ristorante nato solamente un anno fa grazie alla ristrutturazione rispettosa e visionaria di un cotonificio di fine Ottocento. Un progetto ambizioso di una cucina che esalta l’innovazione e l’arte del “saper osare”. Il ristorante stupisce sin da subito con una cucina contemporanea, contaminata da esperienze, sapori e vibrazioni catturati da tutto il mondo.

Lomazzo ha la sua stella Michelin: premiata la cucina innovativa della "Trattoria contemporanea"

Lo Chef Davide Marzullo è a capo di una giovane brigata di talenti coraggiosi e affiatati. La brigata ha ideato, sviluppato e realizzato una nuova food experience e ha deciso di investirla e potenziarla in Trattoria contemporanea. Sono compagni, colleghi e amici che anni fa, alle prime armi, avevano lasciato il paese per forgiarsi e formarsi in Europa e nel mondo ma che sono tornati in Italia e si sono riuniti con coraggio e voglia di fare la differenza. E ci sono riusciti.

Un team di giovanissimi – l’età media è di 24 anni – che dal primo giorno non ha smesso di credere nel progetto. In cucina lo Chef Davide Marzullo (26), Sous Chef Andrea Noto (26) e Christian Malatacca (28), Pastry Chef Elena Orizio (26), Commis Miguel Taka (18), Federico Fabiano (19) e Lorenzo Vasin (18). Responsabile di sala e sommelier Laura Scandiuzzi (25); Chef de rang Luca Bombarda (24) Swamy Scaglione (19) Mattia Piotto (26).

Trattoria contemporanea
La brigata

La stella esattamente un anno dopo l'apertura

Trattoria contemporanea apre le porte il 3 novembre 2021 e la gioia più grande non tarda ad arrivare.

“Era giovedì 3 Novembre 2022, tardo pomeriggio, a un anno esatto dopo l’apertura - racconta lo chef Marzullo - I ragazzi stavano riposando prima del servizio serale, io ero con l’ufficio stampa a parlare di comunicazione. Squilla il telefono, rispondo, è Sergio Lovrinovich, Direttore della Guida Michelin Italia. Negli anni ho vissuto l’emozione della chiamata dai racconti di amici e grandi Chef, ma finché non la ricevi in prima persona non conosci la vera sensazione. Ho ascoltato attentamente le sue parole con il cuore in gola, per poi dimenticarmi di tutto tanto era forte l’emozione. Sai che c’è qualcosa di grande che sta arrivando, ma non sai di cosa si tratta. Alla fine della chiamata sono andato dai ragazzi, abbiamo pianto tutti insieme”.

Trattoria contemporanea, Davide Marzullo
Chef Davide Marzullo

La cucina e l'offerta

Trattoria contemporanea non è un ristorante di lusso. La bellezza sta nell’energia, nel sorriso, nel carisma della brigata. La cucina è semplice, riconoscibile, con un tocco di contemporaneità. Trattoria porta nei piatti prodotti poveri presentati in modo fresco e giovane. Non vengono utilizzati prodotti come foie gras e caviale, ma si realizzano piatti dai prodotti più semplici per esaltare al massimo i sapori. Le preparazioni sono stagionali, gli chef credono nella stagionalità dei vegetali, delle proteine e anche del vino perché ogni materia prima e prodotto ha un proprio momento per essere goduto al meglio.

La forza è il tipo di servizio offerto, un’accoglienza informale che possa far sentire a proprio agio chiunque. Molte preparazioni, come l’aperitivo di benvenuto, vengono gustate con le mani; un gesto primordiale che permette di abbandonarsi al gusto, senza freni, per assaporare a fondo sapori e accostamenti spesso azzardati. Un approccio semplice a una cucina che si pensa complessa. Si cena su un divano, per ricordare il comfort e uno spazio dove tutto è possibile. In sala si indossano bretelle, camicia bianca e pantaloni neri.

“Siamo tutti giovani e crediamo nei giovani – dice Davide - penso vivamente che la mattina tutti dovrebbero svegliarsi con uno stimolo, un’ambizione e la voglia di stare con gli altri. Mi piace chi aggredisce la vita, non mi importa del talento, della bravura, della tecnica, nella vita si può imparare tutto se si ha la voglia di mettersi in gioco”.

I fondatori

I founder Milva Bernasconi, Luca Bernasconi, Stefano Giusto e Luca Di Pierro hanno sostenuto il team dal giorno zero.

“La vera potenza di Trattoria sta nell’aver dato valore ai giovani. In loro abbiamo visto talento, cuore, energia e una grande necessità di esprimere una cucina nuova e coraggiosa. Il carisma e la personalità non hanno tardato a uscire - afferma Luca Di Pierro founder e responsabile comunicazione di Fabbrica campus - Trattoria contemporanea è il ristorante che non c’era e si inserisce nell’idea di innovazione di Fabbrica; i menù degustazione portano il nome dei principali valori del campus: istinto, passione, coraggio. Abbiamo dato fiducia e opportunità ai giovani, sono loro che possono fare la differenza nel futuro. Noi stiamo scrivendo una storia nuova, a Lomazzo, con passione, dedizione, cuore e professionalità. Abbiamo iniziato un anno fa, ma è solo l’inizio di un grande progetto”.

Trattoria contemporanea
Foto 1 di 3

Esterno

Trattoria contemporanea
Foto 2 di 3

Interno

Trattoria contemporanea
Foto 3 di 3

Interno

Gli altri ristoranti stellati a Como e provincia

Trattoria contemporanea entra così a far parte dell'esclusivo circolo di ristoranti con una stella Michelin a Como e provincia a fianco de Il Cantuccio di Albavilla, di Materia di Cernobbio, di Kitchen di Como e di Il Sereno al Lago di Torno.

I piatti della Trattoria contemporanea

Trattoria contemporanea
Foto 1 di 5
Trattoria contemporanea
Foto 2 di 5
Trattoria contemporanea
Foto 3 di 5
Trattoria contemporanea
Foto 4 di 5
Trattoria contemporanea
Foto 5 di 5
Seguici sui nostri canali
Necrologie