Attualità
L'evento a Mariano

Nella frazione festa del ringraziamento all'agricoltura e "Perty-country"

Si tratta di un evento in collaborazione con Campagna Amica, Coldiretti Como-Lecco.

Attualità Marianese, 27 Novembre 2022 ore 10:55

Ci siamo. Alle 9.30 di oggi, domenica 27 novembre 2022, c'è stato il taglio del nastro per il doppio evento che animerà la frazione di Perticato: la festa del ringraziamento all'agricoltura e la prima edizione di "Perty-country", in collaborazione con Campagna Amica, Coldiretti Como-Lecco.

Nella frazione festa del ringraziamento all'agricoltura e "Perty-country"

Operatori agricoli con bancarelle di prodotti a kilometro zero, tra frutta, verdura, miele, formaggi, salumi e carne. Spazio poi allo street food agricolo e ai florovivaisti e giardinieri di Mariano Comense, che espongono le piante. Anche un box di animali con la fattoria didattica, presenti animali, tutelati dal veterinario con la possibilità per i bambini di fare delle attività didattiche.

"A Perticato per la prima volta portiamo Perty-country ma anche la festa del ringraziamento", ha esordito il vicesindaco di Mariano, Andrea Ballabio, che ha aperto gli interventi da parte delle autorità, nel parcheggio del Palazzetto dello sport, in via Sant'Antonio da Padova, proprio dove si svolge la manifestazione. Il sindaco, Giovanni Alberti: "Chi oggi espone in questo mercato, rappresenta in pieno lo spirito dei nostri territori e del nostro sacrificio. La frazione è orgogliosa di ospitare questi eventi e in particolare la festa del ringraziamento che torna a Mariano dopo tanti anni". Insieme a loro anche l'assessore ai Lavori pubblici, Rudy Benelli, l'assessore allo Sport, Massimiliano Stigliano, l'assessore al Bilancio, Evelina Grassi e il presidente del Consiglio comunale, Claudio Nogara. E poi il consigliere regionale Pd, Angelo Orsenigo, il consigliere provinciale, Sofia Guanziroli, il sindaco di Novedrate, Serafino Grassi, il sindaco di Arosio, Alessandra Pozzoli e il sindaco di Figino Serenza, Roberto Moscatelli.

Presente anche il sottosegretario al Ministro dell'Interno, Nicola Molteni: "Mariano si conferma una realtà Amministrativa capace di attrarre manifestazioni importanti. Ringrazio in modo particolare Coldiretti perché è una famiglia, una comunità capillarmente presente sul territorio che non solo difende gli agricoltori, ma anche gli interessi del paese. Le loro battaglie, l'ultima col cibo sintetico, è una delle tante fatte a difesa della dieta Mediterranea, a difesa del Made in Italy". A prendere parola anche il presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi: "Bisogna ringraziare tutti gli agricoltori per il lavoro, l'impegno, la fatica, tanta passione e amore. Il cibo sintetico è un'offesa rispetto alla tradizione del cibo italiano". Il sottosegretario di Regione Lombardia con delega ai rapporti in Consiglio regionale, Fabrizio Turba ha chiuso gli interventi delle autorità: "C'è un tempo per seminare e uno per ringraziare".  Dopo l'inaugurazione, alle 10.30 la messa nella chiesa Sant'Alessandro di Perticato, poi alle 11.30 la sfilata di ben cinquanta trattori e il transito sul sagrato per la benedizione.

WhatsApp Image 2022-11-27 at 10.19.55
Foto 1 di 9
WhatsApp Image 2022-11-27 at 10.19.55 (1)
Foto 2 di 9
WhatsApp Image 2022-11-27 at 10.19.54
Foto 3 di 9
WhatsApp Image 2022-11-27 at 10.19.54 (1)
Foto 4 di 9
WhatsApp Image 2022-11-27 at 10.19.52
Foto 5 di 9
WhatsApp Image 2022-11-27 at 10.19.49
Foto 6 di 9
WhatsApp Image 2022-11-27 at 10.19.43
Foto 7 di 9
WhatsApp Image 2022-11-27 at 10.19.56
Foto 8 di 9
WhatsApp Image 2022-11-27 at 10.19.57
Foto 9 di 9

Raccolta firme contro il cibo sintetico

Presente alla manifestazione anche il direttore di Coldiretti Como-Lecco, Rodolfo Mazzucotelli: "Nel mercato di prodotti agricoli, vengono presentati e venduti prodotti a kilometro zero. Oggi raccoglieremo delle firme per la petizione contro il cibo sintetico, ci teniamo in modo particolare perché ci contrapponiamo a una situazione che non propone prodotti a kilometro zero ma cibo artificiale". Il presidente di Coldiretti Como-Lecco, Fortunato Trezzi ha poi aggiunto: "Veniamo da un'annata con condizioni climatiche sfavorevoli e costi alti tra energia e materie prime, questo ci ha fortemente messo alla prova. La nostra gente però non demorde. Il cibo sintetico è una nuvola nera che si sta avvicinando, non abbassiamo la guardia".  Coldiretti vuole promuovere una legge che vieti la produzione, l’uso e la commercializzazione del cibo sintetico in Italia, dalla carne prodotta in laboratorio al latte “senza mucche” fino al pesce senza mari, laghi e fiumi.

Arianna Sironi

Seguici sui nostri canali
Necrologie