Attualità
L'analisi

La qualità della vita a Como peggiora: ora la città si trova al 33esimo posto

"L’indagine della Qualità della vita, pubblicata sempre alla fine dell’anno in corso, prende in esame i dati consolidati relativi ai 12 mesi precedenti"

La qualità della vita a Como peggiora: ora la città si trova al 33esimo posto
Attualità Como città, 12 Dicembre 2022 ore 16:09

È uscito oggi, lunedì 12 dicembre 2022, il report del Sole 24 ore sulla qualità della vita nelle principali città italiane e Como si piazza al 33esimo posto dopo che lo scorso anno si trovava in 17esima posizione.

Qualità della vita a Como

Nel 2018 la provincia comasca, secondo il Sole 24 ore, si guadagnava ala 36esima posizione dopo e si trovava nel pieno di una stagnazione in questa speciale classifica: l'anno prima, nel 2017 faceva registrare una 32esima posizione e l'anno dopo, nel 2019, un 40esimo posto. Nel 2020 la città e la sua provincia erano addirittura scivolate in 55esima posizione, il peggior risultato dal 2009, per poi scalare la classifica e acciuffare la 17esima posizione nel 2021. Un risultato che però non è stato confermato, come testimoniano i dati di questo anno.

Come si calcola la qualità della vita

Per ciascuno dei 90 indicatori, mille punti vengono dati alla provincia con il valore migliore e zero punti a quella con il peggiore. Il punteggio per le altre province si distribuisce in funzione della distanza rispetto agli estremi (1000 e 0). In seguito, per ciascuna delle sei macro-categorie di settore, si individua una graduatoria determinata dal punteggio medio riportato nei 15 indicatori, ciascuno pesato in modo uguale all’altro (1/90). Infine, la classifica finale è costruita in base alla media aritmetica semplice delle sei graduatorie di settore.

"L’indagine della Qualità della vita, pubblicata sempre alla fine dell’anno in corso, prende in esame i dati consolidati relativi ai 12 mesi precedenti. Alcuni parametri, però, sono aggiornati al 2022 (a metà anno, se non addirittura a novembre) con l’obiettivo di tenere conto degli effetti dei grandi eventi che hanno scandito l’anno in corso. In alcuni ambiti, infatti, le performance dell’anno scorso sarebbero risultate superate dai fatti e avrebbero restituito una fotografia ormai invecchiata rispetto all’attualità. Negli ultimi mesi tre grandi shock hanno colpito la popolazione: l’inflazione, il caro energia e la guerra in Ucraina. Così, nell’indagine di quest’anno si contano ben 34 indicatori su 90 riferiti al 2022" spiegano dal Sole.

Analizziamo quindi tutti gli indicatori che hanno portato decretare la nostra posizione.

Ricchezza e consumi

Questo il settore più positivo per la nostra città e la nostra provincia. Infatti, nella classifica "Ricchezza e consumi" figuriamo addirittura al quinto posto.

Affari e lavoro

In questo particolare settore siamo 36esimi in Italia e seppur facciamo registrare un +10% perdiamo ben 17 posizioni rispetto allo scorso anno.

Giustizia e sicurezza

Perdiamo una posizione, ma rimaniamo in top ten: siamo l'ottava provincia per l'indice di giustizia e sicurezza, dato avallato dall'83esima posizione per indice di criminalità.

Demografia e società

Uno dei dati più negativi: perdiamo ben 41 posizioni rispetto allo scorso anno (eravamo noni) nonostante non ci siano particolari cali tra i dati. Vuol dire che le altre città migliorano molto di più.

Ambiente e servizi

Questo il tasto dolente per il nostro territorio: 89esima posizione nonostante le 12 guadagnate. Da sottolineare le ultime posizioni fatte registrare nella "qualità dell'aria", "l'indice del clima" e "l'illuminazione sostenibile".

Cultura e tempo libero

Qui 48esimo posto e 7 posizioni guadagnate. Bene la voce "Sport e bambini" siamo 12esimi in Italia.

Seguici sui nostri canali
Necrologie