Attualità
concorso fotografico

Quante foto per il contest #scattalestate: annunciati i primi vincitori ma c'è ancora tempo fino al 20 settembre

Tra gli scatti vincitori il Lago di Como e Alzate Brianza.

Quante foto per il contest #scattalestate: annunciati i primi vincitori ma c'è ancora tempo fino al 20 settembre
Attualità Como città, 07 Settembre 2021 ore 11:19

Quanto sono fotogeniche le nostre terre? In molti le hanno ritratte, partecipando alla seconda edizione di #scattalestate, il social contest promosso nelle aree dei tre brand di Acel Energie. Scorci da riscoprire, angoli misconosciuti, inquadrature da copertina.

Quante foto per il contest #scattalestate

C’è ancora tempo sino al 20 settembre. Per prendere parte al concorso basta pubblicare sulla propria pagina personale Facebook o Instagram fino a tre foto delle aree in cui operano i brand di Acel Energie, con l’accortezza di postarle inserendo l’hashtag #scattalestate e indicando località e tag della pagina di riferimento (a scelta tra @acelenergie, @enerxeniaenergia, @aevvenergieofficial).
Le immagini, che confluiscono nella pagina web www.scattalestate2021.it, vengono valutate da una giuria di cui, fra gli altri, fanno parte fotografi professionisti. Sono previsti tre periodi, in ciascuno dei quali vengono selezionati i cinque migliori scatti (il primo vince una macchina fotografica. Gli altri buoni per stampe fotografiche). Tra i 15 vincitori delle tre sessioni sarà scelto il supervincitore finale, che si aggiudicherà un week-end per due persone, progettato su misura.

Si sono concluse le prime due tappe del social contest, che hanno proposto immagini di grande sensibilità. Vincitori prima sessione: Diego Bonacina (foto Alzate Brianza), Martina Radaelli (foto Airuno), Roberto Alessandro Fogagnolo (foto Venezia), Susanna Bianchi Luraschi (foto Venezia), Gualtiero Airoldi (foto Lecco). Vincitori seconda sessione: Antonino Caldarella (foto Lecco), Anna Zottino (foto Lago di Como), Clara Frigerio (foto Lecco), Anna Maria Ceriotti (foto di Venezia), Chiara Donati (foto Chiesa Valmalenco).

“Con tutte le doverose cautele e attenzioni – ha sottolineato l’amministratore delegato di Acel Energie, Giovanni Perrone – possiamo finalmente riscoprire il piacere di muoversi, in particolare nei nostri territori, che sono uno spettacolo della natura e dell’arte. Con la nostra iniziativa, che ha riscosso grande apprezzamento, vogliamo contribuire anche al rilancio delle tante attività frenate dalla pandemia e dal lock down e incentivare la riscoperta e il piacere della comunità e dei luoghi di appartenenza. Un’iniezione di energia”.

“Per il nostro Gruppo territorio non è una parola astratta, ma il punto di riferimento della nostra policy – sottolinea il presidente di Acel Energie, Giuseppe Borgonovo -. La nostra azienda è storicamente al fianco delle comunità locali, alle prese con una complessa ripartenza economica e sociale. Vicinanza significa essere partecipi dell’indotto e dello sviluppo del contesto in cui viviamo, anche in questa fase estremamente delicata. Una scelta di responsabilità sociale”.

Necrologie