Attualità
STORIE SOTTO L'OMBRELLONE

Regala le sue trecce per parrucche da donare ai malati di tumore

Il Giornale di Olgiate regala ai lettori di Primacomo.it le più belle storie raccontate nel corso del 2021 sulle pagine del nostro settimanale. Una piacevole lettura sotto l'ombrellone.

Regala le sue trecce per parrucche da donare ai malati di tumore
Attualità Olgiate, 18 Agosto 2021 ore 10:43

Un violino per sognare e lunghi, lunghissimi, capelli scuri da donare a chi combatte contro il cancro. Cristina Matienzo Pomayay ha 12 anni limpidi e decisi, come le sue idee: spirito intraprendente e voglia di spendersi per gli altri, la giovane oltronese conserva nel cuore una speciale attenzione nei confronti delle persone che stanno soffrendo. Ed è proprio per questo motivo che, giovedì primo luglio, ha deciso di darci un taglio.

Regala le sue trecce per parrucche da donare ai malati di tumore

Al salone «Immagine e Stile» di Olgiate Comasco si è fatta legare i capelli in due trecce, chiedendo alla titolare Roberta Borsi di rinnovare la sua acconciatura. Non un vezzo estetico, ma il desiderio di sostenere «Un angelo per capello» di Santeramo in Colle (Bari), attiva su tutto il territorio nazionale. «Ci pensavo dall’anno scorso dopo aver parlato con una mia amica peruviana che aveva deciso di dare una mano in questo modo - esordisce Cristina - Poi ho letto sul Giornale di Olgiate che un altro ragazzo si era rivolto a “Immagine e Stile” per il taglio dei capelli da mandare all’associazione che realizza parrucche per i malati oncologici. Così ho preso coraggio anche se, all’inizio, non è stato facile». Molto legata ai suoi cappelli, la giovane studentessa delle scuole medie di Lurate Caccivio (da settembre frequenterà la classe seconda), negli ultimi anni li ha solamente spuntati. «Ci sono affezionata, ma poter regalare un sorriso e fare del bene è la cosa più importante. Devo dire che è strano averli così corti, non ci sono per niente abituata. Ci sono, però, non pochi vantaggi: riesco a pettinarli più facilmente, impiego meno tempo ad asciugarli e soffro meno il caldo». Una bella azione che testimonia l’impegno di Cristina nella vita. «Gioco a pallavolo nell’Olimpia Cadorago e voglio studiare per diventare un medico. Mi piacerebbe anche coltivare la passione per il violino: per ora sono iscritta alla scuola di musica dell’associazione appianese “TilT”, ma vorrei iscrivermi al Conservatorio».

Massimo Montorfano

(Giornale di Olgiate, sabato 10 luglio 2021)

Necrologie