Attualità
contrasti

Salta l'incontro tra Asst Lariana e i sindacati: "Se non riceveremo risposte apriremo lo stato d'agitazione"

I vertici dell'azienda sanitaria hanno rinviato la riunione a data da destinarsi senza fornire ulteriori indicazioni.

Salta l'incontro tra Asst Lariana e i sindacati: "Se non riceveremo risposte apriremo lo stato d'agitazione"
Attualità Como città, 05 Febbraio 2022 ore 11:29

“Con la presente, si informa che la riunione prevista per venerdì 4 febbraio p.v. è rinviata a data da destinarsi”. E' saltato l'incontro tra le sigle sindacali del comparto sanitario e i vertici di Asst Lariana. Una scelta unilaterale da parte dell'azienda sanitaria che non è piaciuta ai rappresentanti sindacali.

Salta l'incontro tra Asst Lariana e i sindacati

"Con queste parole la direzione della Asst Lariana, giovedì 3 febbraio, ci ha comunicato il rinvio dell’incontro in programma per venerdì 4 febbraio. Senza fornire alcuna motivazione e senza proporre date alternative, nonostante l’importanza degli argomenti all’ordine del giorno e la delicata fase che stiamo ancora vivendo - commentato Cgil, Cisl, Uil, Nursing Up e Fsi - Così facendo si manca di rispetto non solo ai rappresentanti dei lavoratori ma ai dipendenti stessi che dal confronto e dalla contrattazione si aspettano risposte e non assordanti silenzi. Sono troppi e troppo importanti gli argomenti da trattare per cedere ad incomprensibili prese di posizione che comportano di fatto la sospensione delle relazioni sindacali".

Tra gli argomenti all’ordine del giorno le tempistiche di pubblicazione graduatorie concorsi OSS e coadiutori amministrativi bs; la modifica dell'accordo ferie attraverso superamento dell’obbligo di fruizione entro il 31 dicembre; la pubblicazione della graduatoria progressioni orizzontali 2021 e l'avvio della contrattazione per progressioni orizzontali 2022; chiarimenti in merito all’assegnazione del premio del dg ma anche conoscere il progetto dell’Asst Lariana che porterà all’apertura di case, ospedali di comunità sul nostro territorio e il tanto auspicato potenziamento della medicina territoriale.

"Dare una risposta a questi argomenti è il primo passo per riconoscere l’impegno quotidiano delle lavoratrici e dei lavoratori. Coinvolgerli nell’elaborazione e nella realizzazione delle nuove progettualità potrebbe rappresentare un modo nuovo di lavorare e il primo passo per il riconoscimento della professionalità di ognuno - aggiungono i sindacati - Se non riceveremo un nuova convocazione entro lunedì e nel prossimo incontro di trattativa non verranno trattati in modo esaustivo le tematiche all’ordine del giorno, apriremo lo stato di agitazione e procederemo con le iniziative di mobilitazione opportune".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie