Attualità
Il convegno

Si riapre il dibattito sul cognome dei figli: l'Insubria prova a far chiarezza

La questione del cognome della famiglia ha radici lontane nella cultura giuridica italiana e, in particolar modo, nelle norme che definiscono l’identità dell’individuo.

Si riapre il dibattito sul cognome dei figli: l'Insubria prova a far chiarezza
Attualità Como città, 27 Settembre 2022 ore 11:46

Quello sulla scelta del cognome dei figli è un dibattito ancora attuale e che si è reso protagonista anche a livello nazionale mettendo in contrapposizione i tradizionalisti e chi, lo si ricorderà, come Chiara Ferragni lo ha definito una forma di patriarcato. Un tema che divide e che, come di consueto, non è facilmente analizzabile. Per questo l'Università dell'Insubria di Como ha organizzato un convegno, venerdì 30 settembre 2022, per provare a fare chiarezza.

Si riapre il dibattito sul cognome dei figli: l'Insubria prova a far chiarezza

Una giornata di riflessione su un tema molto attuale "Il cognome della famiglia in diritto comparato: la situazione italiana dopo la sentenza della Corte Costituzionale 131/2022" è il titolo del convegno, aperto al pubblico, proposto dal Dipartimento di Diritto economia e culture dell’Università dell’Insubria venerdì 30 settembre dalle ore 10 alle 17 nell’Aula Magna del Chiostro di Sant’Abbondio a Como.

Come spiegano organizzatori, la professoressa Barbara Pozzo e il dottorando Giuseppe Ragucci, la questione del cognome della famiglia ha radici lontane nella cultura giuridica italiana e, in particolar modo, nelle norme che definiscono l’identità dell’individuo; nel corso del tempo è stata oggetto di approfondimenti ed accesi dibattiti sia in seno alla comunità scientifica che a quella politica. La recente sentenza della Corte Costituzionale 131/2022, mediante la parificazione dei cognomi (paterno e materno), ha aperto le porte a un ripensamento delle previsioni in materia di scelta del cognome del nascituro, che renderà pertanto auspicabile l’intervento del legislatore.

Il programma

Apriranno i lavori i professori Michele Graziadei, Università di Torino e Presidente Sird, e Francesca Ruggieri, direttrice Didec, con Vincenzo Spezziga ed Elisabetta Brusa, presidenti dell’Ordine degli Avvocati rispettivamente di Como e di Varese.

Il convegno vedrà anche la presenza della giudice redattrice della sentenza, la professoressa Emanuela Navarretta, che ripercorrerà le argomentazioni della Corte Costituzionale che hanno portato all’innovativa sentenza sul tema del cognome della famiglia, così come di accademici che illustreranno le diverse impostazioni date al cognome della famiglia nei diversi contesti giuridici nazionali ed europeo.

Interverranno Maria Medina Alcoz dell’Universidad Rey Juan Carlos-Madrid sul diritto spagnolo, Philippe Chauviré dell’Université Sorbonne Paris Nord sul diritto francese, Barbara Pozzo dell’Insubria sul diritto tedesco, Stefano Fanetti dell’Insubria sul diritto svizzero, Antonello Miranda dell’Università degli Studi di Palermo sui sistemi di common law, Silvia Marino dell’Insubria sulla prospettiva europea.

Seguici sui nostri canali
Necrologie