Attualità
la decisione

Siccità, un aiuto agli agricoltori: la Provincia dice sì al prelievo di acqua dal lago di Pusiano

L'appello per poter usufruire di questa risorsa idrica era arrivato da Coldiretti.

Siccità, un aiuto agli agricoltori: la Provincia dice sì al prelievo di acqua dal lago di Pusiano
Attualità Erba, 26 Luglio 2022 ore 17:17

La Provincia di Como, in accordo con il presidente del Parco Regionale Valle del Lambro, Marco Ciceri, si mobilita per gli agricoltori comaschi.

Siccità, un aiuto agli agricoltori: la Provincia dice sì al prelievo di acqua dal lago di Pusiano

“A fronte delle tante richieste che, in questo periodo di forte siccità, ci sono arrivate da parte di diverse aziende agricole - spiega il presidente della Provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca - oggi abbiamo autorizzato il prelievo di acqua dal lago di Pusiano per utilizzarla per le irrigazioni dei campi, oggi in forte sofferenza a causa della situazione climatica”.

In particolare gli agricoltori che hanno ottenuto la licenza di attingimento di acqua ad uso irriguo potranno, fino al verificarsi di piogge che consentano la ripresa delle colture, prelevare acqua dal lago di Pusiano, con l’obbligo di tenere un registro per l’annotazione dei prelievi che dovranno essere comunicati settimanalmente alla Provincia.

Il provvedimento raccoglie l’allarme lanciato nei giorni scorsi da Coldiretti Como Lecco attraverso il presidente Fortunato Trezzi e rilanciata anche dai media nazionali: “Siamo grati al presidente Bongiasca e all’Ente Provincia – dice Trezzi – per aver dato atto a un provvedimento che potrà dar respiro almeno ad alcune aree del territorio dove la siccità ha assunto dimensioni preoccupanti e dove, purtroppo, nemmeno le piogge delle ultime ore sono riuscite ad alleviare la situazione. Ancora una volta lo spirito costruttivo dell’organizzazione agricola incontra una disponibilità al dialogo: un percorso che si traduce in concretezza e ne va rimarcata l’importanza”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie