Attualità
il convegno

Tecnologia e ricerca con Acinque, a Como sono protagoniste le start-up

Il 13 dicembre, alle ore 18, presso l’auditorium Scacchi della Camera di Commercio di Como, in programma un incontro organizzato dalla multiutility con gli interventi di Lucia Visconti Parisio, Sergio Campo Dall’Orto, Stefano Covino e Alessandra D’Ettorre

Tecnologia e ricerca con Acinque, a Como sono protagoniste le start-up
Attualità Como città, 08 Dicembre 2022 ore 10:00

Si chiude a Como il ciclo di incontri promosso dal gruppo Acinque “Scenari per il futuro - Conoscere. Comprendere. Agire #incomune”. L’appuntamento, aperto a tutti, è in programma martedì 13 dicembre, alle ore 18, presso l’auditorium Scacchi della Camera di Commercio del capoluogo lariano.

“Tecnologia e ricerca: start-up protagoniste”

Il ciclo, dedicato ai temi delle trasformazioni in atto e dell’energia, qui avrà come argomento specifico “Tecnologia e ricerca: start-up protagoniste”. Introdotti dal presidente di Acinque, Marco Canzi, e moderati dal coordinatore del ciclo, il professor Pierangelo Marucco (design culturale del territorio), relatori della tavola rotonda saranno Lucia Visconti Parisio, professore ordinario di Scienza delle Finanze presso l’Università Bicocca di Milano e direttrice scientifica dell’Osservatorio O-FIRE, Sergio Campo Dall’Orto, referente Imprenditorialità e Design della Scuola di Design del Politecnico di Milano, l’astrofisico Stefano Covino dell’INAF/Osservatorio Astronomico di Brera e Alessandra D’Ettorre, innovation manager di Acinque. Seguiranno le presentazioni di due giovani start-up del territorio.

Ultimo di cinque incontri

Il filo conduttore dei quattro incontri fin qui realizzati ha potuto dipanarsi tramite analisi, dati e riflessioni che hanno messo a fuoco le trasformazioni geopolitiche, dalle quali si stanno ricomponendo nuove strategie geoeconomiche e politiche energetiche. Questi nuovi
scenari vedono i nostri stessi territori vivere mutazioni-riorganizzazioni importanti, che coinvolgono direttamente il nostro mondo economico-imprenditoriale, e istituzionale. Per comprendere concretamente di quali strumenti strategici dispone il nostro sistema impresa-territorio, la giusta conclusione arriverà appunto a Como con la quinta e conclusiva tavola rotonda promossa da Acinque dove si parlerà del fertile rapporto tra ricerca, innovazione tecnologica e sviluppo di nuove start-up.

Università e formazione

Lucia Visconti Parisio affronterà il tema del ruolo dell’università nella formazione del capitale umano e nella ricerca di frontiera e spiegherà come creare un ecosistema della ricerca che raccolga la sfida della sostenibilità in tutte le sue componenti e che riunisca in uno sforzo comune l’accademia, l’industria le istituzioni sociali e la società civile. Parlerà anche del MUSA, il progetto di Bicocca, Politecnico, Bocconi e Statale, che vede la collaborazione di 24 soggetti pubblici e privati e che punta a trasformare l’area metropolitana di Milano in un ecosistema di innovazione per la rigenerazione urbana.

Innovazione e sviluppo d’impresa

Di come la ricerca e l’innovazione siano fondamentali per il successo dell’impresa parlerà Sergio Campo Dall’Orto che, per 12 anni, ha ricoperto il ruolo di amministratore delegato e direttore generale del Consorzio Politecnico Innovazione. Soprattutto spiegherà come l’introduzione, negli ultimi anni, di metodologie di Open innovation hanno portato a un’accelerazione dei processi innovativi attingendo all’esterno le competenze necessarie; e il ruolo fondamentale avuto dalla creatività e dal design, fattori determinanti di successo come testimoniano aziende quali Alessi, Poltrone e Sofà, Illy, ma anche Facile.it, Musicmatch, Casavo, Winelivery, Satispay.

Interconnessione tra ricerca e sviluppo tecnologico

Toccherà, invece, all’astrofisico Covino parlare dell’interconnessione tra ricerca e sviluppo tecnologico, perché, mentre le conseguenze dirette di un progetto di ricerca non sono normalmente prevedibili, la connessione fra ricerca e tecnologia non è affatto occasionale e, al contrario, per certi versi, pianificabile. Occorre buona organizzazione e capacità di pianificare sul lungo termine, costruendo un meccanismo in cui la scuola, la ricerca, e l'applicazione pratica del sapere sono parte di un unico processo virtuoso e produttivo.

La transizione ecologica passa dall’innovazione

Concluderà l’incontro Alessandra D’Ettorre che affronterà il tema della transizione ecologica e della decarbonizzazione del Paese, dove l’innovazione riveste un ruolo importante e strategico. Spiegherà anche come per le aziende, oggi più che mai, sia essenziale essere in grado di intercettare i fenomeni tecnologici, sociali ed economici. E spesso le start-up sono un’ottima soluzione perché possono validare le loro tecnologie e invenzioni, comprendere il mercato e avviare collaborazioni, inoltre le aziende hanno la possibilità di accedere a innovazioni tecnologiche che possono cambiare radicalmente i modelli di business e contribuire alle sfide verso uno sviluppo sostenibile.

In copertina Marco Canzi

Seguici sui nostri canali
Necrologie