Attualità
Olgiate Comasco

Variante alla Briantea, finalmente l'iter della tangenziale si sblocca

Fondamentale vertice in Regione, di fatto c'è il via libera alla realizzazione dell'opera.

Variante alla Briantea, finalmente l'iter della tangenziale si sblocca
Attualità 27 Ottobre 2021 ore 19:02

Variante alla strada statale Briantea, la cosiddetta tangenziale di Olgiate Comasco, finalmente verso la realizzazione.

Variante di Olgiate Comasco

La conferma arriva da Regione Lombardia. Concreti passi in avanti verso la realizzazione della variante di Olgiate Comasco e Solbiate con Cagno, opera stradale che sgraverà i centri abitati dei paesi dal traffico di attraversamento della strada statale 342 Briantea. Nel pomeriggio, infatti, si è tenuto un vertice istituzionale organizzato da Regione Lombardia. Presenti i Comuni interessati, l'Amministrazione provinciale di Como e Anas. La novità riguarda la condivisione dei tracciati del primo e del secondo lotto. Per quanto concerne l’attuazione, la Provincia di Como realizzerà a proprie spese il primo lotto dell’opera, ovvero la cosiddetta variante di Olgiate Comasco. Anas realizzerà il secondo lotto, variante di Solbiate.

Le parole dell'assessore regionale Terzi

“Il confronto odierno ha prodotto ottimi risultati per il territorio
dell’Olgiatese e del Comasco in generale, sbloccando una situazione di stallo - commenta l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi - Come Regione Lombardia abbiamo accolto le istanze territoriali attivando un tavolo di confronto con l’obiettivo di arrivare a soluzioni condivise. E così è stato. Stiamo superando le criticità che per troppo tempo avevano fermato l’iter di un’opera molto significativa, utile a riqualificare la viabilità non solo dei Comuni direttamente coinvolti ma anche dell’asse stradale interessato dalla Briantea che, come noto, collega Como a Varese”.

La soddisfazione del sottosegretario regionale Turba

“Esprimo massima soddisfazione per essere riusciti a trovare una
soluzione tecnica per la realizzazione di una struttura viabilistica fondamentale per il nostro territorio come la variante alla 342 Briantea da troppo tempo ferma alla linea di partenza - dichiara il sottosegretario ai rapporti con il Consiglio di Regione Lombardia Fabrizio Turba - Grazie alla decisione che è stata raggiunta oggi in condivisione con i sindaci del territorio, l'Amministrazione provinciale, Regione Lombardia e Anas per il primo lotto si potrà procedere con la fase di realizzazione dell’opera, con l’Amministrazione provinciale quale soggetto attuatore, mentre per il
secondo lotto si procederà con Anas come soggetto attuatore”.

Il presidente del Consiglio regionale Fermi: "Finalmente il via libera"

“Oggi l’obiettivo - dichiara il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi - era anzitutto licenziare il primo lotto che ha la sua funzionalità sia dal punto di vista viabilistico che come stimolo alla realizzazione della seconda tratta: la convergenza totale da parte
di tutti gli enti presenti determina di fatto il via libera all’opera. Positivo anche l’approccio sul secondo lotto, che è in capo ad Anas: sull’ipotesi di tracciato verso nord ha la condivisione dei sindaci del territorio e può quindi proseguire nella progettazione”.

Necrologie