Attualità
In Africa

Vola in Ruanda per scrivere una tesi sulla condizione delle donne

Durante il suo viaggio Susanna Crotti, 26enne di Cernobbio, ha incontrato l'influencer Giulia Valentina.

Vola in Ruanda per scrivere una tesi sulla condizione delle donne
Attualità Lago, 22 Ottobre 2022 ore 16:13

La cernobbiese Susanna Crotti, 26 anni, è volata in Ruanda, paese dell'Africa orientale, dove è rimasta per due mesi con l'obiettivo di raccogliere materiale per la sua tesi sulla condizione delle donne del luogo.

Vola in Ruanda per scrivere una tesi sulla condizione delle donne

Iscritta al corso "Area & global studies for international cooperation" dell'Università di Torino e volontaria per l'associazione Granello di Senape, la giovane studentessa ha deciso di approfondire le sue conoscenze di un territorio di cui si era già occupata: "Avevo lavorato in particolare su progetti agricoli in Ruanda e visto che si era già sviluppato un rapporto di amicizia con il team ruandese, ho deciso di partire". Dopo l'ok da parte del relatore della tesi, la giovane nel mese di luglio ha volato verso l'Africa, scegliendo come base Musanze (la seconda città più grande del Ruanda), sede dell'associazione Granello di Senape.

"Nella mia ricerca mi sono concentrata solo sull'area di Musanze, dove ho lavorato sia per l'associazione che per la mia tesi. Per quanto riguarda l'associazione mi sono occupata di fare fotografie e video a scopo divulgativo, dal momento che a breve partirà una raccolta fondi per un progetto agricolo. Per la tesi invece ho intervistato donne di diverse classi sociali, in particolare la mia ricerca si è concentrata su quanto tempo la donna spende nelle attività di casa e di cura che limitano poi lo sviluppo economico, e quanto poi di questo tempo sia radicato nelle tradizioni sia coloniali che pre coloniali".

6
Foto 1 di 7
5
Foto 2 di 7
4
Foto 3 di 7
7
Foto 4 di 7
8
Foto 5 di 7
9
Foto 6 di 7
10
Foto 7 di 7

"Ho partecipato ad un matrimonio di una 16enne"

Il suo cammino ha incrociato la vita di tante donne, alcune delle quali molto giovani ma già sposate e con figli.

"Le storie sono state tante e forti - spiega - , ho intervistato una ragazza di 16 anni che è rimasta incinta ed è stata obbligata a fare un finto rito di matrimonio, perché in Ruanda il matrimonio è possibile solo dopo i 21 anni. Poi ho partecipato a questo rito. Lì, per tradizione, ogni donna che si sposa deve andare obbligatoriamente a vivere con la famiglia del marito, a meno che lui abbia la possibilità di costruire un'altra casa. La donna poi è chiamata ad occuparsi della casa, del pezzo di terra che hanno, degli animali e dei bambini. Sono stata anche in chiesa per un battesimo e una comunione. Ho conosciuto poi una donna, di 50 anni, che mai si era sposata e mai ha avuto figli ed era considerata una reietta dalla società".

Con l'associazione Granello di Senape la cernobbiese ha partecipato anche ad un workshop con un gruppo di prostitute. "Molte donne, non sapendo come mantenersi, si sono date a quella vita. In associazione abbiamo fatto un workshop economico dove loro mettevano da parte dei soldi, che poi venivano riconsegnati nel momento in cui avevano bisogno".

L'incontro con l'influencer Giulia Valentina

Nel periodo in cui la giovane laurenda è stata in Ruanda, nelle stesse zone c'era anche la nota influencer Giulia Valentina, con cui ha avuto modo di incontrarsi.

"Giulia aveva fatto una stories sul Ruanda, dicendo quanto fosse fantastico che stessero rifacendo le strade. Io ho commentato, spiegando che quelle che aveva visto erano strade dedicate al turismo, fuori da lì invece non c'è niente. Finché non vivi la quotidianità del paese è difficile accorgersi. A quel punto mi ha subito risposto e per due giorni ci siamo scambiate degli audio, si è dimostrata molto interessata anche all'argomento della mia tesi e pronta a mettere in discussione quello che aveva capito fin lì. Visto che si trovava a vedere i gorilla, in un paese a 20 minuti di distanza da me, ha chiesto al suo driver di poter passare a bere un caffè. Mi è piaciuto il fatto che sia stata aperta al confronto e al dialogo".

L'incontro con Giulia Valentina

"Esperienza bellissima"

In generale un'esperienza a 360 gradi, molto profonda, da cui è tornata dopo la metà di settembre: "E' stato bellissimo, tornassi indietro rimarrei più tempo perché in due mesi non si fa in tempo ad adattarsi alle differenze, ad entrare in contatto con le persone, a capire tutto quello che il territorio e la gente può darti. Solo verso la fine ho iniziato a vivere determinate esperienze. Mi ha sicuramente lasciato tanto, è un posto pieno di ipocrisia, ma anche di voglia di vivere".

Crotti si laureerà a marzo 2023 e in queste settimane sta finendo di scrivere la tesi. "Sono al quarto capitolo, sto facendo con calma. La difficoltà è stata rientrare e doversi poi riadattare a determinati comfort che non avevo, basti pensare che ero in un posto dove l'acqua non c'era quasi mai e l'elettricità saltava spesso".

Aggiornamento: partita la campagna di raccolta fondi

La giovane cernobbiese, durante la nostra intervista, ci aveva raccontato che dì li a poco l'associazione Granello di Senape avrebbe fatto partire una raccolta fondi dedicata al Ruanda. E ad inizio novembre così è stato: "Stiamo avviando un piccolo campo comunitario a Musanze, in Rwanda, per dare lavoro e competenze alla popolazione locale. Coltiveremo tamarillos, cetrioli e frutti della passione da rivendere nel mercato interno e ottenere proventi da reinvestire nel progetto stesso, in modo che una volta partito poi si possa espandere e mantenere da sé", hanno spiegato gli organizzatori. QUI TUTTI I DETTAGLI per partecipare.

Arianna Sironi

Seguici sui nostri canali
Necrologie