Menu
Cerca

I 7grani in concerto per la Giornata della memoria

Appuntamento per sabato 27 gennaio alle 21 nella Sala consiliare di Bulgarograsso.

I 7grani in concerto per la Giornata della memoria
Cronaca 23 Gennaio 2018 ore 09:45

Interessante appuntamento quello in programma con i 7grani, in calendario per sabato 27 gennaio.

I 7grani in concerto per la Giornata della memoria

In occasione della giornata della memoria (27 gennaio), l’assessorato alla Biblioteca di Bulgarograsso organizza un concerto spettacolo folk-rock a cura del gruppo 7grani. L’evento è in calendario proprio per sabato alle 21 in Sala consiliare.

L’album dei 7grani

L’album dei 7grani “Di giorno e di notte” del 2010 comprende la canzone “Neve diventeremo”, ispirata dalla storia di Radovan Ilario Zuccon, partigiano istriano vissuto ad Albiolo. Nel 1944 fu deportato a Buchenwald nel campo di sterminio nazista. Sopravvissuto, ha potuto testimoniare la sua drammatica esperienza. Progetto che i 7grani divulgano anche nelle scuole.

Evento promosso dal Comune

Parola alla musica per ricordare. Questo l’obiettivo, per il 2018, per l’Amministrazione comunale di Bulgarograsso. A testimoniarlo le parole dell’assessore Silvia Gorla: «Abbiamo chiesto ai 7grani, di portare questa esperienza musicale e di vita a Bulgarograsso per una serata dedicata alla memoria. Questo concerto ci è sembrato la giusta conclusione di un progetto avviato all’inizio del percorso amministrativo che ha visto il nostro paese protagonista del ricordo». In questi ultimi anni, infatti, Bulgarograsso ha sempre celebrato la Giornata della memoria. Dunque, anche per il 2018, sarà lo stesso. «Dopo la visita al Binario 21, al Campo di sterminio di Foppoli e lo spettacolo teatrale dello scorso anno, era giunto il momento di dare la parola alla musica», conclude l’assessore.

Plauso dalla presidenza della Repubblica

Il progetto, nato dalla volontà di trasmettere attraverso la musica gli ideali di libertà e di antifascismo, fondamentali per la democrazia, ha trovato anche il plauso della Presidenza della Repubblica. Che ha firmato la Prefazione del libretto musicale con queste parole. Questo un estratto: «Conta sempre ricordare, non solo cosa accadde ma come ci si arrivò così da costruire un futuro libero dagli spettri e dalle insidie del razzismo, dell’antisemitismo e dell’intolleranza».

Necrologie