Menu
Cerca
per comaschi e turisti

A Como finalmente la sosta si può pagare con l’app. Gervasoni: “Questo servizio era urgente e non più procrastinabile”

Tre le prime piattaforme accreditate: EasyPark, MyCicero e DropTicket A-Tono.

A Como finalmente la sosta si può pagare con l’app. Gervasoni: “Questo servizio era urgente e non più procrastinabile”
Cronaca Como città, 16 Aprile 2021 ore 12:42

Pagare la sosta con un’app finalmente è possibile anche a Como. Oggi, venerdì 16 aprile 2021, le prime tre piattaforme che lavoreranno in collaborazione con Csu che gestisce la sosta in città, sono state attivate: EasyPark, MyCicero e DropTicket A-Tono.

A Como finalmente la sosta si può pagare con l’app

Al momento il servizio è stato attivato per tutti i parcheggi a raso a strisce blu in città. La tariffa pagabile con l’app scelta sarà identica a quella prevista dal parcometro, alcuni operatori prevedono commissioni per l’utilizzo o abbonamenti. Gli utenti potranno pagare i minuti di utilizzo effettivo lasciando la sosta aperta, l’addebito avverrà al termine della sosta o a intervalli periodici, alcune applicazioni inviano una notifica quando la sosta sta per scadere. La procedura di accreditamento non prevede l’esclusività, le piattaforme interessate potranno continuare a inviare la propria disponibilità.

“Questo sistema di pagamento del parcheggio è già adottato da molte città da tempo – ha spiegato il presidente di Csu Renato Acquistapace – Finalmente anche Como ha questo servizio. La nostra è stata una risposta a una sollecitazione arrivata dal Comune di Como per il quale come società gestiamo la sosta in città. Abbiamo scelto di consentire a tutte le società che gestiscono il pagamento in app di partecipare all’accreditamento e a oggi sono tre quelle che hanno aderito. Il nostro obiettivo è puntare sull’innovazione tecnologica ma anche sulla digitalizzazione. Già oggi possibile pagare l’abbonamento ai parcheggi per i residenti tramite il nostro sito Csu ma per il futuro vogliamo dare la possibilità di acquistare anche gli ingressi all’autosilo, alle piscine e al palaghiaccio”.

“Csu non ha scelto un unico operatore per il pagamento della sosta in app affinché il cliente possa scegliere quella che ritiene più opportuna – ha aggiunto il direttore generale di Csu Angelo Pozzoni – Man mano che i fornitori ce lo chiederanno, li attiveremo”. Orgoglioso di questa novità anche l’assessore alla Mobilità del Comune di Como, Pierangelo Gervasoni: “Già da cittadino avvertivo questa esigenza. Perciò quando sono diventato assessore è stata una delle prime cose di cui ho parlato con Csu per iniziare il percorso: era urgente e non più procrastinabile, per dare un servizio ai comaschi ma anche ai turisti”.

Necrologie