tolleranza zero

Abbandona i rifiuti a Pescate: multa per un cittadino comasco

Il primo cittadino: "La tolleranza zero qui a Pescate non é uno slogan, ma un dato di fatto".

Abbandona i rifiuti a Pescate: multa per un cittadino comasco
Como città, 28 Luglio 2020 ore 14:15

Stavolta la rivalità tra le due sponde del Lario non c’entra proprio nulla. Perchè il sindaco sceriffo si sa… non guarda in faccia  nessuno. Che si provenga da Lecco, da Como, dalla Sicilia o dagli Stati Uniti non si può scampare a Dante De Capitani, il primo cittadino di Pescate, provincia di Lecco, che ha fatto della tolleranza zero contro chi sporca il “suo” paese un vero e proprio credo.

LEGGI ANCHE >> A Mariano multa da 500 euro per chi abbandona i rifiuti

Tolleranza zero: il sindaco multa un pensionato (comasco) che abbandona un sacchetto di rifiuti

A finire nei guai stavolta è stato un pensionato residente nel Comasco che si è visto comminare una multa da 116 euro per aver abbandonato immondizia. “Dopo aver visto nel fine settimana una borsa di rifiuti abbandonata al parcheggio delle Torrette ho attivato le otto telecamere della zona, individuando ben due camere che hanno filmato il gesto e ho mandato la documentazione alla polizia locale, con i riferimenti dell’auto del trasgressore che poi è stato individuato in un pensionato della provincia di Como a cui oggi è stata inviata la sanzione di 116 euro” spiega Dante de Capitani.

Non solo, ma le multe sono fioccate. “A inizio settimana ho rinvenuto sulla pista ciclopedonale a monte dell’abitato due cartacce e aprendole ho individuato riferimenti ed indirizzi elevando quindi altre due sanzioni da 116 euro cadauna” aggiunge il sindaco.

Primo cittadino recordman di multe

“Tra tutti gli agenti della polizia locale sono quello che ha comminato più sanzioni per abbandono di rifiuti –  specifica de Capitani –  da inizio anno ad oggi circa 6000 euro. Perchè la tolleranza zero qui a Pescate non é uno slogan, ma un dato di fatto”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia