brutto episodio

Aggrediti proprietari di un rifugio: “Abbiamo solo chiesto di mettere la mascherina”

Mamma e figlio sono stati aggrediti da un uomo che ha utilizzato le racchette da trekking.

Aggrediti proprietari di un rifugio: “Abbiamo solo chiesto di mettere la mascherina”
Lago, 30 Ottobre 2020 ore 11:04

Una domenica terribile. Erano circa le 10 del 25 ottobre 2020, quando due turisti sono entrati nel Rifugio Alpe di Colonno, apparentemente con la sola intenzione di trovare ristoro.

LEGGI ANCHE >> Covid, al Sant’Anna paziente cinquantenne collegato alla Ecmo

Aggrediti proprietari di un rifugio: “Abbiamo solo chiesto di mettere la mascherina”

“Erano un uomo e una donna. Lei aveva la mascherina, lui invece era senza – spiega Susanna Marelli, gestore del rifugio – . Vedendolo senza mascherina ho chiesto che la indossasse. Si è messo a cercare nello zaino, ma non trovandola mi ha detto che non l’avrebbe messa. Ho insistito perché si coprisse naso e bocca, come da normativa, almeno utilizzando un’altra protezione (una sciarpa, ad esempio)”. Da quel momento la situazione è precipitata.

“Vi spacco le racchette in testa”

L’uomo ha iniziato a minacciare i proprietari urlando: “Vi spacco le racchette da trekking in testa”. Poi è passato dalle parole ai fatti e ha iniziato ad aggredire mamma e figlio, proprio utilizzando gli attrezzi. Impauriti ed attoniti alcuni anziani, clienti del rifugio, che hanno assistito alla scena. “Una cosa del genere non è mai successa. Capita di ricevere qualche insulto gratuito, ma un’aggressione non era mai capitata”. Fortunatamente il compagno della donna è poi riuscito ad intervenire “disarmando” l’aggressore ed evitando il peggio.

Mamma e figlio feriti

La donna ha riportato due fratture a due due dita delle mani e ha avuto una prognosi di quattro settimane. Evidenziate problematiche al metacarpo della mano invece per il figlio. Immediatamente è stata sporta denuncia ai Carabinieri di Castiglione che ora indagano per scovare i responsabili. Le telecamere di videosorveglianza potrebbero aiutare il lavoro delle Forze dell’ordine. “Hanno davvero picchiato di brutto – spiega amareggiata Marelli – , già a causa del Covid-19 la stagione non è facile. Ora anche questa…”.

(Nella foto la coppia di aggressori ripresa dalle telecamere)

Arianna Sironi

 

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia