Cronaca
Dopo le aggressioni

Aggressioni agli autisti Asf: riunione in Prefettura, implementate le misure di sicurezza

A fine riunione, i responsabili sindacali di categoria hanno espresso soddisfazione

Aggressioni agli autisti Asf: riunione in Prefettura, implementate le misure di sicurezza
Cronaca Como città, 17 Marzo 2022 ore 10:26

La tutela della sicurezza del personale viaggiante sui mezzi di ASF Autolinee e, più in generale, la sicurezza del trasporto pubblico locale, a seguito dei vari episodi recentemente occorsi, è stata al centro della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e Sicurezza Pubblica presieduta ieri mattina dal Prefetto Andrea Polichetti, con la partecipazione dei vertici dell’azienda, dei referenti provinciali delle Organizzazioni Sindacali di categoria, dell’Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale e della Provincia.

Aggressioni agli autisti Asf: riunione in Prefettura, implementate le misure di sicurezza

Nell’occasione, presenti anche i Responsabili Provinciali delle Forze dell’Ordine nonché l’assessore alla Sicurezza del Comune di Como e il Comandante della Polizia Locale, sono stati passati in rassegna i punti salienti dell’intesa raggiunta nei giorni scorsi da ASF e dalle parti sindacali, imperniata sull’implementazione delle misure di sicurezza passiva degli automezzi adibiti al trasporto urbano ed extraurbano, da realizzarsi a cura dell’azienda entro fine anno, a garanzia dell’incolumità dei conducenti. Al riguardo, il Prefetto, nel richiamare le intese di carattere generale definite in occasione della riunione tenutasi in Prefettura l’11.06.2018, in ordine alle modalità di gestione di eventuali emergenze a bordo degli autobus di linea e alla prevenzione di eventuali turbative o intemperanze da parte degli utenti, ha rimarcato innanzitutto l’opportunità che i mezzi siano dotati di adeguati sistemi di videosorveglianza, oltre che di efficienti sistemi di allertamento delle Forze dell’Ordine e di dispositivi (paratie divisorie) atti a separare il posto guida dell’autista dai sedili riservati alla clientela.

Inoltre, nell’ottica di una “messa a sistema” di tutti le iniziative idonee ad aumentare la sicurezza del trasporto pubblico, è stata evidenziata la necessità che ASF produca un dettagliato elenco delle linee e degli orari caratterizzati da maggiori criticità e/o ritenuti maggiormente a rischio, onde consentire alle Forze dell’Ordine di predisporre mirati servizi di vigilanza, anche con il supporto della Polizia Locale. Il Prefetto ha altresì raccomandato alle Organizzazioni Sindacali di sensibilizzare i lavoratori affinché le segnalazioni riguardanti ogni tipo di aggressione, sia fisica che verbale, rivolta al personale, vengano tempestivamente inoltrate alla Forze di Polizia, in modo che queste ultime possano intervenire con la necessaria efficacia. Ampio spazio è stato, infine, dedicato al tema della formazione del personale in ordine ai comportamenti più opportuni da tenere con l’utenza, suggerendo all’azienda di declinare in una sorta di “decalogo comportamentale” ad uso dei conducenti, le raccomandazioni e gli accorgimenti più opportuni.

A fine riunione, i responsabili sindacali di categoria hanno espresso soddisfazione per l’attenzione riservata alla problematica e hanno ringraziato il Prefetto per la concretezza dei suggerimenti forniti, ritenendo che con l'aiuto delle autorità e l'impegno dell’azienda si possa evitare il reiterarsi di episodi incresciosi in danno del personale viaggiante e degli stessi utenti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie