Cronaca
la campagna vaccinale

Al via a Como le vaccinazioni a forze dell'ordine e insegnanti con AstraZeneca: come prenotarsi

Le forze dell'ordine hanno cominciato a ricevere le somministrazioni alla caserma di Rebbio; il personale scolastico dovrà recarsi in Napoleona.

Al via a Como le vaccinazioni a forze dell'ordine e insegnanti con AstraZeneca: come prenotarsi
Cronaca Como città, 05 Marzo 2021 ore 08:29

Al via le vaccinazioni a forze dell'ordine e insegnanti con AstraZeneca.

Al via le vaccinazioni a forze dell'ordine e insegnanti con AstraZeneca.

Ieri, 4 marzo 2021, con le prime 270 somministrazioni è stata avviata da Asst Lariana la campagna vaccinale con AstraZeneca per il personale delle forze dell’ordine al di sotto dei 65 anni. A seguito delle intese della direzione con la Prefettura e la Guardia di Finanza, quale sede vaccinale è stata individuata la caserma delle Fiamme Gialle di Rebbio, in via Repubblica Romana. L’équipe di medici, infermieri e amministrativi di Asst Lariana proseguirà l’attività fino a giovedì prossimo e la programmazione delle vaccinazioni è stata effettuata sulla base della turnistica dei vari enti coinvolti (Carabinieri, Questura, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Polizia penitenziaria). Nel corso dei prossimi giorni, acquisiti i relativi elenchi, si procederà a vaccinare anche gli agenti della Polizia Locale di tutto il territorio provinciale.

Inoltre da lunedì 8 marzo si comincerà a somministrare il vaccino AstraZeneca al personale al di sotto dei 65 anni delle scuole (insegnanti, amministrativi, …). In questo caso la sede vaccinale identificata è la palazzina di via Napoleona che aveva ospitato fino alle scorse settimane la Degenza di Comunità. I locali sono stati predisposti in questi giorni per la nuova funzione e da lunedì ospiteranno tre ambulatori operativi sette giorni su sette, mattino e pomeriggio, dove si potranno somministrare fino a 396 vaccinazioni al giorno.

Per quanto riguarda infine gli altri Punti Vaccinali attivati da Asst Lariana, a San Fermo proseguono le sedute per gli over 80, così come quelle per le categorie della Fase 1 bis e quelle per la somministrazione delle seconde dosi; a Cantù, a Menaggio e in via Napoleona, nel padiglione Negretti, proseguono le sedute vaccinali per gli over 80.

“Riteniamo che questa ulteriore fase del processo vaccinale sia di estrema importanza - osserva il direttore generale di Asst Lariana, Fabio Banfi, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo in via Repubblica Romana - per garantire una copertura al rischio in categorie essenziali che costituiscono un asset strategico per lo sviluppo territoriale e dell’intero sistema Paese”.

Come può prenotarsi il personale scolastico

Per aderire alla campagna vaccinale, il personale docente e non docente delle scuole statali under 65 (compresi coloro che pur lavorando in Lombardia hanno l’assistenza sanitaria in altra regione) dovrà registrarsi alla piattaforma vaccinazionicovid.servizirl.it ed effettuare i seguenti passaggi:
•inserire il codice fiscale;
•spuntare la casella “Soggetti appartenenti alle categorie prioritarie”;
•inserire le ultime 5 cifre della Tessera Sanitaria;
•inserire n. di cellulare o di telefono. Se è stato inserito recapito cellulare il sistema richiederà la conferma del numero;
•inserire l’indirizzo di domicilio/residenza (obbligatorio) e della sede di lavoro (facoltativo);
•spuntare la casella con cui si esprime la volontà ad aderire alla campagna;

Nei prossimi giorni il sistema verrà aperto per consentire le adesioni: del personale scolastico (docente e non docente) delle scuole paritarie, degli Istituti di Formazione Professionale, dei Servizi Educativi per l’infanzia pubblici e privati, dei Nidi d’Infanzia.

Piano Vaccinale per le strutture residenziali e semiresidenziali sanitarie e sociosanitarie

In via di conclusione in questi giorni la consegna delle seconde dosi di vaccino Pfizer alle Rsa (56 le strutture di competenza di Asst Lariana), prosegue la pianificazione del Piano Vaccinale per le strutture residenziali e semiresidenziali sanitarie e sociosanitarie la cui popolazione complessiva ammonta ad oltre 2893 unità tra ospiti e personale addetto. Il contesto lariano, in particolare, si caratterizza per la presenza di numerose strutture (96) sparse su tutto il territorio.

A seguito della verifica effettuata con ogni singolo ente per capire se fossero in grado di procedere autonomamente (vaccinando direttamente all’interno), se si rendesse necessario prevedere altre soluzioni (vaccinazioni nei Punti Vaccinali di Asst Lariana oppure vaccinazioni all’interno con équipes mobili di Asst Lariana), e se fossero dotati di frigorifero con monitoraggio della temperatura (per la conservazione dei vaccini), a fine febbraio sono partite le prime somministrazioni. Fermo restando che per gli ospiti si deve procedere alla somministrazione del vaccino Pfizer-BionTech e che quindi bisogna programmare in base alla disponibilità dei vaccini, ad oggi sono state vaccinate 885 persone. “Si tratta di realtà per le quali è stata necessaria una verifica struttura per struttura - osserva il direttore socio-sanitario Raffaella Ferrari - Il quadro adesso è chiaro e sulla base della disponibilità dei vaccini stiamo procedendo”.

Necrologie