Cronaca
Emergenza

Albese con Cassano, salgono a 77 i casi positivi

E' preoccupante la situazione nella rsa Villa San Benedetto Menni, che incide pesantemente sul bilancio del contagio in paese.

Albese con Cassano, salgono a 77 i casi positivi
Cronaca Erba, 05 Aprile 2020 ore 17:46

Albese con Cassano, salgono a 77 i casi positivi al Covid-19, come ha confermato oggi, domenica 5 aprile, il sindaco Carlo Ballabio. A pesare su un bilancio così negativo è la critica situazione della casa di riposo Villa San Benedetto Menni, dove in settimana era stata confermata la presenza di ben 56 casi.

Albese con Cassano, 77 casi positivi e due deceduti

Il sindaco Carlo Ballabio ha pubblicato oggi, domenica 5 aprile, il bilancio della situazione attuale in paese legato all'emergenza sanitaria.

Cari Albesini, una ennesima settimana di questo strano periodo è passata. Questo nostro incontro domenicale sta diventando un'abitudine che speriamo, almeno parlando di emergenza, possa finire presto. Oggi sarò un po' più lungo del solito, ma spero di non annoiare. Dal punto di vista sanitario la situazione complessiva ad Albese con Cassano appare ben diversa da una settimana fa ma, se si escludono le sfortunate persone contagiate all'interno di Villa S. Benedetto, per il paese la realtà non è molto cambiata.
Cosa dicono i numeri: negli elenchi che ATS mi ha trasmesso poco fa risultano essere iscritte 77 persone. Di queste due purtroppo sono decedute. La quasi totalità (73) risulta essere ricoverata e quindi solo due stanno seguendo le cure a domicilio.

La critica situazione in Villa San Benedetto e non solo

All'interno della Villa S. Benedetto sono stati eseguiti tamponi a tutti i degenti e sono in corso di esecuzione ai dipendenti iniziando da quelli che si trovavano nelle rispettive residenze in malattia. I risultati che dovrebbero pervenire a breve completeranno il quadro della situazione. Nelle altre strutture presenti in paese tutti gli ospiti stanno bene. Nel pomeriggio di ieri la nostra casa di riposo Ida Parravicini di Persia ha emesso un comunicato ai parenti degli ospiti nel quale segnalava la positività di una dipendente che però risulta non in servizio per malattia da 7 giorni.

Il commento sull'ultima ordinanza regionale

Per quanto riguarda le altre novità avrete senz'altro letto della nuova ordinanza di Regione Lombardia, valida da oggi fino al 13 aprile, la prescrizione più rilevante è quella che impone l'utilizzo di mascherine o altro mezzo (sciarpe, foulard, ecc...) per coprire naso e bocca quando si esce da casa. Ancora una volta invito tutti voi a limitare al massimo queste uscite, anche quelle permesse per motivi diversi dal fare la spesa, andare a lavorare o per motivi di salute (passeggiata genitore-figlio o uscita per accompagnare il cane), che hanno il limite di distanza da casa di 200 metri. In ogni caso ricordate che la regola fondamentale da seguire in questo periodo è sempre quella di tenere il più possibile la distanza tra le persone di almeno un metro. Altra novità importante è quella relativa ai buoni spesa. Già da oggi si possono presentare le domande (il provvedimento è descritto nei dettagli in un altro post). Il bando e la domanda li trovate sul sito del Comune. Voglio dirvi che questa iniziativa è destinata potenzialmente ad una platea di cittadini atipica e diversa da quella che normalmente viene assistita dai servizi sociali.

TORNA ALLA HOME

Necrologie