Menu
Cerca
Olgiate Comasco

Allerta vaccinazioni, il sindaco “blocca” gli appuntamenti a Milano

Casi segnalati da alcuni cittadini, Moretti: "Chiamate e annullate, il centro per gli over 80 anni olgiatesi è all'ospedale di San Fermo della Battaglia".

Allerta vaccinazioni, il sindaco “blocca” gli appuntamenti a Milano
Cronaca Olgiate, 24 Marzo 2021 ore 11:33

Allerta vaccinazioni: non è un’espressione abusata, ma un vero e proprio appello lanciato dal sindaco di Olgiate Comasco.

Allerta vaccinazioni, appuntamenti a Milano: interviene il sindaco

Simone Moretti è intervenuto con piglio dopo le segnalazioni ricevute ieri da olgiatesi. “Alcuni nostri concittadini hanno appena ricevuto le telefonate da part del call center di Regione Lombardia per la conferma della vaccinazione nella giornata di domani (oggi per chi legge, ndr) presso l’Humanitas di Pieve Emanuele (Milano). Si sconsiglia di recarsi fino a Milano. Si consiglia di chiamare per annullare l’appuntamento e di rifare la prenotazione sul sistema regionale per essere convocati a Como, anche perché ci dovrebbe essere la geolocalizzazione”.

Over 80 anni, vaccinazioni all’ospedale di San Fermo della Battaglia

Il sindaco puntualizza l’esigenza di veder rispettate le prenotazioni e i conseguenti appuntamenti nella location individuata per le vaccinazioni degli over 80 anni. “Per i cittadini e le cittadine di Olgiate Comasco over 80 c’è l’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia per sottoporsi alla vaccinazione. Quanti ricevessero le telefonate per Milano possono inviare una email a sindaco@comune.olgiate-comasco.co.it”.

Caso segnalato anche a Valmorea

Situazione analoga a Valmorea, dove il consigliere di minoranza Fabio Gandini spiega i dettagli: “In questi giorni sto prenotando i vaccini per i miei familiari anziani. Ho ricevuto una chiamata alle 19 di stasera (martedì 23 marzo) dalla Regione Lombardia che ha convocato per domani (oggi per chi legge, ndr) alle 8 a Pieve Emanuele, quindi a 70 chilometri da Valmorea, una persona di 86 anni invalida. È assurdo, visto che ci dev’essere qualcuno che la porta. Le persone lavorano. Credevo che la Regione avesse toccato il fondo con Gallera, ma probabilmente è riuscita a scavare ancora. Mi hanno garantito che verrò richiamato, ma trovo l’organizzazione piuttosto preoccupante. Forse è meglio che si fermino qualche giorno per capire quale strada prendere, evitando figure meschine”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli