ASF Autolinee ha presentato il primo autobus ibrido: farà la tratta Como – Lecco

Presentato oggi a Como il primo autobus ibrido di ASF Autolinee. Il mezzo, firmato da Scania, si muoverà sulla linea extraurbana Como - Lecco.

ASF Autolinee ha presentato il primo autobus ibrido: farà la tratta Como – Lecco
19 Settembre 2017 ore 14:17

All’ombra del Tempio Voltiano è stato presentato oggi da ASF Autolinee il primo autobus ibrido. Non solo della città di Como ma di tutta Italia. La firma produttrice è quella di Scania con il quale ASF conta di collaborare anche in futuro. “Speriamo sia il primo di una lunga serie” ha commentato a lato della presentazione l’Amministratore delegato di ASF Annarita Polacchini. Presenti all’evento anche il sindaco di Como Mario Landriscina, la presidente della Provincia Maria Rita Livio e i rappresentanti dell’Autorità del Trasporto Pubblico Locale di Como, Lecco e Varese.

Il primo autobus ibrido: il mezzo

Quello che è stato presentato oggi in occasione della Settimana europea della mobilità 2017 è un autobus ibrido, ovvero che per viaggiare combina il diesel e l’elettrico. Il rifornimento “tradizionale” è infatti a biodiesel ma il fase di frenata c’è la ricarica automatica dell’elettrico che permette di viaggiare diminuendo sensibilmente le emissioni e i costi per il carburante. “Un mezzo esclusivamente elettrico non aveva le caratteristiche necessarie per viaggiare su percorsi extraurbani – ha spiegato l’AD Polacchini – Per questo ci siamo rivolti all’ibrido. Riduce circa del 20% le emissioni di un normale autobus”. Un mezzo di 12 metri, 62 posti – dei quali quattro per le persone con ridotta capacità motoria – il pianale ribassato, nonché prese USB di ricarica.

Una vera chicca è la grafica esterna che lo contraddistingue. E’ infatti il prodotto della mente di un giovane studente di una scuola comasca che ha vinto il concorso indetto per il primo autobus ibrido cittadino. A lui, in quanto vincitore, è andato in premio un abbonamento per i mezzi pubblici.

“ASF Autolinee ha deciso di fare un investimento per il futuro utilizzando esclusivamente risorse aziendale” ha spiegato Polacchini. Il mezzo ibrido infatti costa circa una volta e mezza un bus tradizionale. “Per produrre questo tipo di mezzi i costruttori hanno bisogno di trovare partner che investono – hanno spiegato i rappresentanti di Scania alla presentazione – Abbiamo siglato un accordo di partnership per la manutenzione del mezzo e speriamo si tratti solo del primo di una lunga serie”.

2 foto Sfoglia la gallery

Stephanie Barone

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia