Record il 23 novembre

Asst lariana 36.726 tamponi effettuati dal 1 agosto

Mediamente sono stati effettuati 1000 tamponi al giorno, con una punta record di 1513 raggiunta il 23 novembre.

Asst lariana 36.726 tamponi effettuati dal 1 agosto
Cronaca Como città, 01 Dicembre 2020 ore 17:13

Sono 36.726 i tamponi naso-faringei effettuati dal 1 agosto al 30 novembre da Asst Lariana attraverso il coinvolgimento del proprio personale medico, infermieristico ed amministrativo. Nel computo rientrano i 24.108 test eseguiti per conto di Ats Insubria che ha delegato a tale compito Asst Lariana e 2.641 dei quali eseguiti a domicilio; 1.732 test per i pre-ricoveri per gli interventi programmati nelle strutture di Asst Lariana; 3.675 tamponi per i propri dipendenti; 4.570 tamponi, infine, per le forze dell’ordine ed altre istituzioni dello Stato (Questura, Prefettura…) assicurando la reperibilità notturna e festiva.

Asst lariana 36.726 tamponi effettuati dal 1 agosto

I punti di offerta organizzati sul territorio, in modalità drive through, quindi con esecuzione del test direttamente sull’auto, sono a Como al Poliambulatorio di via Napoleona, a Cantù in via Martiri di Nassiriya, davanti all’ingresso dell’ospedale, e a Menaggio, nel parco esterno all’ospedale.

Mediamente sono stati effettuati 1000 tamponi al giorno, con una punta record di 1513 raggiunta il 23 novembre.

I target prescelti e affidati alle équipes dedicate del Servizio territoriale di diagnostica Covid 19, istituito dall’unità operativa complessa Aree Territoriali, afferente alla direzione socio-sanitaria di Asst Lariana e diretta dal dottor Carmine Paparesta, sono i seguenti:
-) cittadini inviati dai medici di medicina generale e dai pediatri di famiglia
-) alunni e personale scolastico con sintomatologia suggestiva emersa durante l’orario scolastico o immediatamente al rientro da scuola
-) pazienti da testare a domicilio, su richiesta dei curanti (Mmg/Pediatri) in conseguenza delle proprie condizioni cliniche

L’accesso ai Punti Tampone può avvenire solo previo appuntamento con indicazione sulla postazione, giorno e orario in cui presentarsi (solo in auto e non a piedi o con i mezzi pubblici). Bisognerà portare un documento d’identità e la tessera sanitaria ed indossare una mascherina chirurgica. Per gli alunni e il personale scolastico è previsto un modulo firmato dalla scuola e la compilazione di una prenotazione online attraverso un apposito form disponibile sul sito di Ats Insubria e di Asst Lariana. L’esito del test perverrà poi tramite la pubblicazione sul fascicolo sanitario elettronico (FSE), consultabile direttamente sul sito https://www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it/ Se è stato fornito il proprio assenso nelle modalità previste da Regione Lombardia, l’esito verrà comunicato anche al medico/pediatra.

Le parole del direttore socio sanitario

“Abbiamo cominciato ad eseguire i primi test, ancora nel corso della prima fase emergenziale, utilizzando i camper – ricorda il direttore socio-sanitario Raffaella Ferrari – Questa modalità ci ha consentito di raggiungere gli utenti nelle sedi provinciali con maggiore espressione di bisogno e offrire ai cittadini una modalità facilmente accessibile e sicura. La scelta delle sedi era avvenuta in base all’analisi delle richieste ed era seguita una interlocuzione con i sindaci dei Comuni individuati che avevano offerto tutti la massima collaborazione, fornendo supporto logistico (aree di parcheggio idonee) e funzionale (energia elettrica e servizio di Polizia municipale). E’ poi seguita la richiesta da parte di Ats Insubria di assumere in toto l’esecuzione dei tamponi prenotati dalla medicina di base (medici di medicina generale e pediatri di libera scelta) e di effettuare anche esami a domicilio ai soggetti inabilitati a raggiungere i Punti Tampone. Sono poi seguite le collaborazioni a supporto del Punto tamponi aperto a Malpensa, di quello dedicato allo screening del personale scolastico prima della riapertura delle scuole, dei tamponi scolastici per gli studenti e il personale, ed ora del supporto ai test rapidi che si eseguono in via Castelnuovo a Como al personale scolastico e agli studenti entrati in contatto con casi positivi. I numeri sono diventati via via così elevati da richiedere l’impegno e il coordinamento di più professionalità nell’ambito di un servizio di Diagnostica Covid Territoriale sviluppato dall’Unità operativa Aree Territoriali. L’ampliamento della richiesta e dei volumi di attività ha comportato la revisione degli aspetti logistici e organizzativi con l’identificazione di postazioni fisse (Como, Cantù, Menaggio). A Cantù grazie alla postazione fissa abbiamo così liberato un camper che da quest’oggi è tornato ad Olgiate, in piazza Italia, una delle nostre sedi territoriali. Nulla cambia per quanto riguarda la modalità di presentazione, che resta sempre vincolata all’appuntamento e al contatto con gli operatori previa segnalazione del medico di medicina generale o del pediatra”. No autopresentazione, quindi, e no a personale scolastico e studenti, il cui percorso resta quello nei Punti Tampone indicati per i sintomatici (Como, Cantù, Menaggio) e per tutti gli altri in via Castelnuovo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità