Cronaca
gli aggiornamenti

Ats Insubria: "Tra i non vaccinati l'età media dei ricoverati è 53 anni, col vaccino diventa 83"

"Trend in discesa. Preoccupa la fascia 50-64 dove il virus sta correndo".

Ats Insubria: "Tra i non vaccinati l'età media dei ricoverati è 53 anni, col vaccino diventa 83"
Cronaca Como città, 09 Settembre 2021 ore 11:44

Giornata di aggiornamenti da parte di Ats Insubria sulla situazione pandemica nel territorio di Como e Varese. Il direttore sanitario di Ats Insubria, Giuseppe Catanoso ha spiegato: "Tra il 19 e il 25 agosto i casi sono scesi, poi tra il 26 e il 1 settembre c'è stato un piccolo rialzo con 625 casi, nell'ultima settimana siamo tornati con un trend in discesa. I più giovani sono meno interessati dai contagi, mi preoccupa la fascia 50-64 dove il virus sta correndo, ricordiamo che a quest'età ci possono essere gravi conseguenze. Nei 65-74 situazione stabile, come anche sopra i 75".

(Nella foto in evidenza la copertura vaccinale)

"Tra i non vaccinati l'età media dei ricoverati è 53 anni, col vaccino diventa 83"

"Abbiamo una copertura vaccinale media del 73% sul territorio di Ats Insubria, ottima la copertura in provincia di Como. In generale i positivi sono sei volte di più coi non vaccinati o con chi non ha un ciclo completo. Sul ricovero ospedaliero, tra i vaccinati, abbiamo età media di 83 anni, tra i non vaccinati, l'età mediana è bassa, 53 anni", ha continuato Catanoso.

Parola poi alla dottoressa Esterina Poncato, responsabile programmazione campagna vaccinale: "Siamo in linea con le percentuali regionali che periodicamente ci vengono fornite. Per gli over 60 abbiamo un buon andamento di vaccinazione, con 170-190 al giorno. L'altro grosso gruppo che accede agli hub direttamente, dal 6 settembre, sono i ragazzi nella fascia 12-19 anni, anche qui stiamo avendo una buona risposta".

"La Dead line della campagna massiva è domenica 12, da quel giorno in poi continuerà comunque compagna vaccinale nella "fase di transizione". Apriremo slot di prime dose, su tutti e tre i distretti, compresi anche gli hub minori. Questa fase continuerà fino alla fine del mese di ottobre, poi si andrà avanti con le seconde dosi".

Camper per le prime dosi a Como e Porlezza

Nei prossimi giorni ci saranno due camper mobili, uno a Como e un altro a Porlezza, per le vaccinazioni aperte. Primo appuntamento a sabato 18 settembre, dalle 9 alle 16, a Porta Torre. L'unità mobile di Areu sarà gestita dell'esercito, con Asst Lariana e Ats Insubria. A Porlezza, con gli stessi orari, appuntamento il 25 settembre.

Terza dose

"Non abbiamo ancora indicazioni sul terzo richiamo, anche il Ministero sta decidendo in queste ore. Siamo comunque pronti, abbiamo già fatto una programmazione. Stiamo solo aspettando le categorie da vaccinare per prime e le indicazioni su quando partire".

Campagna anti-influenzale

"Stiamo lavorando per definire un piano di offerta sulla base delle indicazioni giunte dal ministero e da regione. Quest'anno saremo facilitati perché c'è già organizzazione sul territorio. Stiamo aspettando indicazioni nel dettaglio per l'arrivo dei vaccini, abbiamo già espresso il nostro fabbisogno. Il nostro obiettivo è raggiungere il 75% degli over 65. Non ci sono ancora indicazioni sull'inizio, si parla però del mese di ottobre". Il periodo di tempo tra il vaccino Covid e l'anti-influenzale dovrebbe essere di due settimane, anche Ats attende conferme dal Ministero in merito.

Necrologie