Cronaca
l'agevolazione

Autostrade, niente pedaggio per le ambulanze e gli operatori sanitari che vanno al lavoro

Sarà sufficiente inviare una autocertificazione a agevolazionecovid19@aiscat.it.

Autostrade, niente pedaggio per le ambulanze e gli operatori sanitari che vanno al lavoro
Cronaca Como città, 03 Aprile 2020 ore 09:27

Autostrade per l’Italia, d’intesa con il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture e in coordinamento con Aiscat, ha disposto l’esenzione del pagamento del pedaggio per tutti gli operatori sanitari che hanno necessità di muoversi (anche nel percorso casa-lavoro) per motivi di servizio legati all’emergenza Covid 19. L’esenzione, valida su tutta la rete autostradale gestita da ASPI,è entrata in vigore il 2 aprile e avrà validità fino al termine del periodo di emergenza.

Autostrade, niente pedaggio per i sanitari

E’ sufficiente che il personale sanitario interessato a usufruire dell’esenzione invii un modulo di autocertificazione all’indirizzo mail agevolazionecovid19@aiscat.it. Ai possessori di Telepass non saranno addebitati, o verranno successivamente stornati, i transiti oggetto di esenzione. Gli operatori sanitari senza Telepass potranno invece dichiarare al casello di essere in viaggio per prestare servizio relativamente all’emergenza, ricevendo così un rapporto di mancato pagamento che andrà inviato allo stesso indirizzo email, unitamente al modulo di autocertificazione.

Esenzione anche per le ambulanze e i mezzi di volontariato

Fino al termine dell’emergenza, vengono ampliate anche le esenzioni già in essere per le ambulanze: aderendo alla richiesta di alcune realtà del settore, Autostrade per l’Italia ha deciso che ogni tipologia di transito di ambulanze collegato all’emergenza Coronavirus sarà esente da pedaggio. Le medesime agevolazioni saranno applicate anche a tutti i mezzi delle associazioni di volontariato di ambito sanitario che prestano servizio per il Coronavirus. Anche in questo caso, le associazioni interessate dovranno inviare ad Aiscat un’autocertificazione comprovante il fatto che il viaggio è legato a motivi relativi all’emergenza Covid19.

Necrologie