Bellagio, il negozio storico e una mostra suggestiva

Lunedì 23 dicembre, in concomitanza con il concerto della corale Bilacus nella chiesa di San Giacomo a Bellagio.

Bellagio, il negozio storico e una mostra suggestiva
Erba, 22 Dicembre 2019 ore 17:32

Bellagio, il negozio storico e una mostra tutta da scoprire nei prossimi giorni.

Bellagio, appuntamento lunedì 23 dicembre

Dalla sera di lunedì 23 dicembre, in concomitanza con il concerto della corale Bilacus nella chiesa di San Giacomo a Bellagio, Torre delle arti propone una piccola mostra dedicata ai 100 anni di attività del Bar sport di Bellagio. Un’attività che, negli anni, è sempre stata e continua a essere vero e proprio punto di riferimento.

Una storia lunga un secolo, bellissima

Di seguito, uno scritto di Emilio Bifolco che riassume la storia di questo negozio al centro di Bellagio che, con la sua lunga esistenza, ha in qualche modo “visto passare” tanta vita e storie. “Bar sport Bellagio: 100 anni in piena attività! 1919-2019, Bar Sport di Bellagio, un compleanno a pieno ritmo! Tommaso Bifolco, merciaio e venditore di stoffe e tessuti con attività a Bellagio in via Garibaldi, decise, nel 1919, di aprire per i due figli Ambrogio e Augusto, un laboratorio di pasticceria. Entrambi avevano esperienza nel settore per aver lavorato, come pasticceri, in Svizzera e in Francia. Ambrogio inoltre, era di ritorno dal servizio militare, dopo aver partecipato, nel corpo della Cavalleria Savoia, alla guerra mondiale 1915/1918.  Fu così che nel 1919, Ambrogio e Augusto, originari di Bologna di Perledo sopra Varenna, aprirono una pasticceria rilevando un vecchio locale di posteria e panetteria in centro a Bellagio. Ambrogio, grande appassionato e sostenitore della squadra locale di calcio, la Bellagina, decise di chiamare il nuovo locale Pasticceria Caffè Bar Sport, un nome comune, ma sicuramente più facile da ricordare. Questa caratteristica, fa sì che ancor oggi, al primo impatto, si abbia ancora l’impressione di respirare l’atmosfera del tempo che fu! Ambrogio e la moglie Gina, sposata nel 1921, gestiranno per tutta la loro vita il locale con amore e dedizione. Il lavoro occuperà sempre l’intera loro giornata! Bar Sport diventa prima gelateria di Bellagio per la produzione di gelati che, unita alla pasticceria di alto livello grazie alle idee e all’inventiva di Ambrogio, saranno i punti di forza del locale. Il tutto accompagnato dall’utilizzo, di prodotti genuini e locali, che ancor oggi possiamo ritrovare. Augusto lascia l’attività durante la seconda Guerra mondiale. Nel dopoguerra sarà eletto Sindaco di Bellagio. Dal 1968, dopo la morte di Ambrogio, il bar è gestito da Ketty, Nino, Augusto ed Emilio, 4 dei 9 figli di Ambrogio e Gina. Punto d’orgoglio dell’attività è che da quel lontano 1919, il bar non ha mai chiuso: i figli, alternandosi alla guida, hanno sempre garantito ai bellagini e ai visitatori la disposizione del locale, che, mano a mano si è trasformato in sala da tè, pasticceria, gelateria e persino sala con Biliardo. Solo ogni martedì il locale si gode una meritata pausa: quella straordinaria è la giornata di Natale, dove al pranzo in cui tutta la famiglia Bifolco si ritrova per concedersi un piacevole pasto in famiglia, segue l’apertura pomeridiana del bar in cui tutti i bellagini convergono, come una grande famiglia, per scambiarsi gli auguri! Dalla pasticceria tanto amata da Ambrogio, ancora oggi, giornalmente, si sfornano brioches e pasticcini freschissimi. Famosi sono i biscotti e i grissini privi di uovo e zucchero, dolcetti da the in genere e il famoso dolce bellagino, detto Pan Mataloc. Un augurio di altrettanti anni di attività felice e redditizia e un ringraziamento alla famiglia Bifolco per un servizio così diligente che possa essere di esempio alle generazioni future che vogliono intraprendere questa attività”.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve