Cronaca

Dormiva e bivaccava all'asilo Sant'Elia di Como: identificato e allontanato

Controlli a tappeto da parte della Polizia locale di Como.

Dormiva e bivaccava all'asilo Sant'Elia di Como: identificato e allontanato
Cronaca Como città, 20 Luglio 2018 ore 12:02

Un uomo dormiva e bivaccava all'asilo Sant'Elia di Como, è stato identificato e allontanato nel corso dei controlli della Poliza locale svolti dal 9 al 19 luglio.

Bivaccava all'asilo Sant'Elia di Como

Durante questa settimana sono stati compiuti controlli per 15 diversi esposti/segnalazioni. In un caso gli accertamenti hanno portato all’identificazione e all'allontanamento di un extracomunitario senza fissa dimora dal giardino dell’asilo nido Sant’Elia dove era solito passare la notte lasciando tracce del suo bivacco anche di natura fisiologica. Gli agent hanno anche coadiuvato gli operai del Comune alla chiusura di un box di via Spartaco che qualche disagiato utilizzava come ricovero.

Un francese ubriaco alla guida

La Polizia locale ha impegnato 183 operatori di pronto intervento con una media di 8 pattuglie al giorno. In questo periodo sono state 218 le operazioni di gestione della circolazione stradale compiute dagli agenti della Polizia Locale, 21 i posti di controllo nei quali sono stati effettuati accertamenti su 283 veicoli e 121 persone. Un cittadino francese, è stato sorpreso alla guida in stato di ebbrezza(e denunciato) risultando positivo all’etilometro nelle due prove alle quali è stato sottoposto.

Altre sanzioni

Durante questi controlli è stata fermato anche un cittadino italiano che circolava alla guida di un motociclo con una falsa riproduzione in plastica della targa prova. Il conducente è stato denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di falso. A due cittadini, una minorenne italiana e un cittadino olandese, è stata contestata la violazione di guida senza patente perché entrambi erano alla guida rispettivamente di un ciclomotore e di un motociclo sprovvisti della patente di guida perché mai conseguita. Ad entrambi è stata comminata una sanzione amministrativa di 5mila euro. In un'altra occasione, infine, un cittadino italiano a bordo di un veicolo del Principato di Monaco è stato anch’egli denunciato per falso alla Procura della Repubblica per aveva esibito agli agenti un documento d’identità risultato falso ai controlli effettuati dal nucleo controllo Falsi documentali in forza al Comando.

Gli incidenti

Sono stati compiuti i rilievi di 23 incidenti stradali 18 dei quali con feriti. In un caso un conducente è stato trovato in stato di ebrezza. Singolare l’episodio accaduto la sera del 16 luglio in via Colombo, un auto con quattro giovani si ribalta e prontamente un cittadino si ferma a prestare soccorso mettendo la propria auto a difesa del luogo dell’incidente. Passano solo pochi minuti ed un giovane ucraino alla guida della propria auto alterato da uno stato di ebbrezza non si avvede dell’auto del soccorritore e la travolge senza peraltro fare male a nessuno se non a se stesso. Agli agenti intervenuti non è rimasto che rilevare anche questo incidente, procedere alla denuncia all’autorità giudiziaria del giovane ucraino per guida in stato di ebbrezza, sequestrargli il veicolo anche perché sprovvisto di assicurazione RCA e ritirargli la patente di guida.

Le multe

Sono stati redatti 273 avvisi di violazione per sosta vietata e contestati 112 verbali per violazioni alle norme di comportamento della circolazione stradale in particolare per le violazioni relative alla guida con il cellulare e senza utilizzare i sistemi di ritenuta (29 in totale). Sono stati inoltre sequestrati 6 veicoli (per mancata copertura assicurativa) e rimossi 10 veicoli perché intralciavano la circolazione.

I controlli per la verifica del rispetto dei regolamenti comunali, ovvero l'ordinanza sullo stop ad alcol e vetro all'interno dei parchi, sono stati 53. Sono state elevate 9 sanzioni delle quali una sola per la violazione all’ord. 32/2018. In particolare sono stati effettuati costanti controlli e passaggi in tutti i parchi cittadini con particolare attenzione a quelli di Via Anzani e Via Leoni.

Controlli a tappeto

Oltre agli operatori di pronto intervento sono stati impiegati anche altri 88 operatori delle varie unità specialistiche della Polizia Locale con una media di oltre 7 agenti al giorno. I controlli di natura commerciale sono stati 43 e in 12 occasioni sono stati effettuati sequestri di merce (226 Cappelli e 23 ombrelli) per commercio abusivo. Le verifiche in materia di tutela del territorio e ambiente sono state 35 in particolare per controllo di errato conferimento di rifiuti (in un caso è stata elevata una sanzione) e o attività investigativa per l’abbandono di rifiuti in aree periferiche mentre 25 sono stati gli interventi per i quali sono stati attivati gli operatori della squadra di Polizia Giudiziaria.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU

Necrologie