in edicola

Canturino sulle vette del Tour per ricordare Marco Pantani

L’anno scorso aveva affrontato invece le famose salite del Giro d’Italia, dove il Pirata ha fatto la storia del ciclismo.

Canturino sulle vette del Tour per ricordare Marco Pantani
Canturino, 22 Agosto 2020 ore 18:05

Un sogno, quello di scalare le salite epiche del ciclismo, e una promessa, quella di ripercorrere le tappe più significative che hanno reso immortale il mito del grande campione di ciclismo Marco Pantani.

Canturino sulle vette del Tour per ricordare Marco Pantani

E’ quanto è riuscito a compiere Antonio Cortese, 50 anni, da ragazzo atleta del Cc Canturino. Accettando la sfida lanciatagli da un amico giornalista ha dato vita al progetto «Le salite del Pirata», l’anno scorso scalando le vette del Giro d’Italia e quest’anno quelle del Tour de France. “Ho iniziato cosi un lungo viaggio, che mi ha portato sulle vette delle mitiche montagne del Giro d’Italia che hanno consacrato le epiche imprese di Pantani – ha raccontato il canturino – Da Oropa a Montecampione, dallo Stelvio alle Dolomiti, dal Gavia al Mortirolo per citarne alcune”. Ma l’impresa, per essere completa, doveva necessariamente giungere in terra francese, con le tappe del Tour de France.

Il racconto integrale sul Giornale di Cantù da sabato 22 agosto 2020 in edicola
DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia