Cronaca
L'iniziativa

"Caro Babbo Natale vorrei...": il tenore Silvano Ceolin invita a partecipare e donare un pasto al Banco Alimentare

Per ogni letterina pubblicata sul Giornale di Olgiate, Erba e Cantù, verranno distribuiti 500 grammi di alimenti.

Cronaca Olgiate, 30 Novembre 2022 ore 14:42

"Caro Babbo Natale vorrei...": il tenore Silvano Ceolin invita a partecipare e donare un pasto al Banco Alimentare.

"Caro Babbo Natale Vorrei..." fare del bene

Il tenore, consigliere comunale a Solbiate con Cagno, ha aderito all'iniziativa e risposto "presente". Questa mattina è venuto a trovarci nella redazione del Giornale di Olgiate e ha cantato, invitando a partecipare all'iniziativa "Caro Babbo Natale vorrei...": ogni letterina pubblicata sul nostro settimanale, ma anche sul Giornale di Cantù ed Erba, servirà per donare un pasto al Banco Alimentare.

Come partecipare

Anche quest’anno abbiamo lo sguardo rivolto alla solidarietà e riproponiamo il progetto "Caro Babbo Natale vorrei…" in collaborazione con Imetec come sponsor corporate, Qi Bio (per il Giornale di Erba), Studio Dentistico Dott. Cesare Paris (per il Giornale di Olgiate) e Fondazione Banco Alimentare, che dal 1989 recupera in Italia alimenti integri e non scaduti aiutando ogni anno un milione e mezzo di bisognosi in Italia.
Per ogni letterina ricevuta doneremo il contributo economico necessario a distribuire 500 grammi di alimenti a chi è in difficoltà, pari a 1 pasto in base ai Livelli di Assunzione di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana. In questo modo, nel 2021 abbiamo donato più di 70.000 pasti destinati alle persone più bisognose grazie alla collaborazione con Banco Alimentare.
Fino al 21 dicembre potete scrivete - lettori di ogni età, grandi e piccoli - le vostre letterine a Babbo Natale sul nostro sito www.carobabbonatalevorrei.it o inviatecele tramite WhatsApp al numero 350-1624466 per il Giornale di Erba, 331-6227369 per il Giornale di Cantù, 350-5267667 per il Giornale di Olgiate. E per ogni letterina ricevuta il gruppo editoriale Netweek, di cui cui fanno parte anche i nostri giornali, donerà un pasto alla Fondazione Banco Alimentare. Più letterine riceveremo, più aiuteremo chi ha bisogno.

Collaborazione solidale

Giovanni Bruno, presidente di Fondazione Banco Alimentare, commenta con soddisfazione la collaborazione: "Siamo lieti e grati di essere nuovamente al fianco di Netweek per la campagna “Caro Babbo Natale vorrei...”. Il recentissimo rapporto sulla povertà della Caritas Italiana presentato il 17 ottobre, giornata mondiale di lotta all’indigenza, conferma quanto anche da noi osservato negli ultimi mesi: la popolazione che convive con la povertà quotidiana già ai massimi storici, è destinata a crescere".
Impegno condiviso dall’amministratore delegato di Netweek, Alessio Laurenzano: "Iniziative come “Caro Babbo Natale vorrei” nascono per valorizzare le nostre tradizioni e rendere protagonisti i nostri lettori, ma l’attenzione ai nostri territori si dimostra anche sostenendo chi è in difficoltà. Lo abbiamo fatto durante la pandemia e lo facciamo ancora di fronte alle emergenze causate dalle crisi internazionali".

Seguici sui nostri canali
Necrologie